“Briciole di bellezza“, al Mann il libro di Filippo Cannizzo

“Briciole di bellezza“, al Mann il libro di Filippo Cannizzo

Luigi Fusco

-Ritorna l’iniziativa “Lo scaffale del #MANN” al Museo Archeologico Nazionale di Napoli con la presentazione del libro Briciole di bellezza. Dialoghi di speranza per il futuro del Bel Paese di Filippo Cannizzo. L’appuntamento è per domani mercoledì 16 marzo, alle 17 presso l’Auditorium dello storico museo archeologico partenopeo. L’evento è stato organizzato nell’ambito delle manifestazioni previste dal Ministero della Cultura per la Giornata Nazionale del Paesaggio. Oltre l’autore, interverrà Paolo Giulierini, direttore del Mann, e saranno presenti Antonio Carannante, Giovanni D’Elia, Davide D’Errico, Antonello De Nicola, Mariano Di Palma, Claudio Bozzaotra, Emiliana Mellone e Bruno Ciniglia, a moderare ci sarà invece il cronista Carmine Ciniglia. 

Il volume riporta la narrazione di “una storia d’amore”, quella provata nei confronti del “Bel Paese”, che si sviluppa attraverso un vero e proprio viaggio che ripercorre la “fragilità della bellezza dell’Italia, fra innumerevoli difficoltà e possibili soluzioni, alla ricerca di una speranza per il futuro”.  Filippo Cannizzo con questo suo saggio ha voluto mettere in mostra i tanti problemi manifesti lungo tutto il territorio nazionale, esprimendo, nel contempo, la volontà di non rassegnarsi di fronte ad essi. 

Tra indagine scientifica e narrazione, l’autore si propone di fornire una strada possibile da percorrere per dare un futuro alla bellezza della penisola italiana, la cui natura è intesa come un elemento vivo e diffuso, come principio fondante qualsiasi azione di condivisione, ma anche come forma di cura dell’arte e della cultura e, infine, della sostenibilità ambientale.  Non mancano, poi, ulteriori rimandi al concetto di bellezza, la cui matrice è altresì vista come possibilità di progresso, di crescita e di lavoro. 

Partire dalla criticità per raggiungere soluzioni immaginabili e concrete che possano esser adottate per problematiche legate al dissesto idrogeologico, alla scuola, all’università, ai trasporti, al paesaggio e alla sanità.   Il testo oltre ad essere una dichiarazione d’amore per l’Italia, rappresenta anche uno stimolo a non arrendersi davanti ai tentativi di deturpare il profilo e l’anima del Bel Paese, poiché solo tramite la sua bellezza potrà un giorno prospettarsi un futuro migliore e sostenibile.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8558 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Capua, al FaziOpen Theather va in scena «Sala d’attesa»

Emanuele Ventriglia -«Sala D’attesa», è questo il titolo dello spettacolo teatrale che si terrà domenica 27 febbraio dalle ore 19,30 presso la Sala Teatro di Palazzo Fazio, FaziOpen Theather di

Primo piano 0 Comments

Saldi senza soldi. Schiavo, Confesercenti: “Calo del 10%”

(Redazione Economia) – Nei primi 7 giorni di saldi calo del 10% di vendite rispetto al 2016. A sostenerlo è il presidente della Confesercenti Campania Vincenzo Schiavo: «Le minori presenze

Attualità 0 Comments

Natale all’ombra della Reggia, 4 presepi di artisti casertani

Maria Beatrice Crisci (foto in copertina di Giuseppe Vaccaro) -Quattro artisti, quattro diversi modi di interpretare il presepe, quattro luoghi casertani dove far nascere la speranza. Carlo de Lucia, Alessandro

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply