Camille a passi di danza, l’ARB Dance Company al Comunale

Camille a passi di danza, l’ARB Dance Company al Comunale

Maria Beatrice Crisci

– «Camille». È lo spettacolo che l’ARB Dance Company porta in scena venerdì 19 novembre alle 20 al Teatro Comunale «Costantino Parravano» di Caserta. La direzione artistica è di Annamaria di Maio, concept Valeria D’Amore, adattamento testi e coreografie Francesca Gammella. Lo spettacolo ha debuttato lo scorso anno nell’ambito del Napoli Teatro Festival presso il Teatro Bellini. L’evento fa parte della rassegna «Ripartiamo dal teatro», promossa dagli assessorati alla Cultura e ai Grandi Eventi del Comune di Caserta e finanziata dalla Regione Campania (POC Campania 2014-2020), in programma fino al 30 novembre. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti con prenotazione 72 ore prima di ogni spettacolo su www.eventbrite.it L’accesso agli eventi è consentito agli spettatori muniti di green pass e di mascherina.

Sinossi– «Lo spettacolo trae ispirazione dall’opera letteraria Camille di Dacia Maraini in cui viene narrata nell’intima essenza della sua anima la storia della grande artista francese Camille Claudel. “Nessuno, dico nessuno, può raccontare meglio di me, la storia di Camille Claudel”. Queste le parole del maestro Auguste Rodin, che nel suo ricordo senza tempo della sua Camille danno vita a una performance emozionante in cui teatro, musica, danza e arte multimediale prendono forma, per raccontare la storia di una donna che ha combattuto per affermare il proprio talento e la propria indipendenza. L’azione si svolge in un tempo non definito in cui la figura astratta di Rodin, ormai anziano, si antepone a quella di una Camille rassegnata e stanca a causa del suo internamento in manicomio. Le due figure si raccontano perse e distanti nel ricordo di una vita fatta di arte, amore, passione e tanta sofferenza. Il racconto intimo di un’artista abbandonata al proprio destino diventa lo spunto a una riflessione più profonda del mondo femminile, in cui la donna si ritrova a combattere la sua battaglia per l’emancipazione e l’affermazione, paga l’amara conseguenza di vivere la solitudine e l’emarginazione sociale ed emotiva. La performance vuole sviscerare quell’aspetto intimo umano che rende Camille una donna di cui volersi prendere cura. Ed è proprio nel suo rimpianto che Auguste Rodin rievoca il ricordo di tante Camille, ognuna con il suo pezzo di vita, ognuna con la sua grinta, la sua tenacia e voglia di vivere, ma anche il suo dolore e la sua tragica sconfitta».

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7790 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Scuola 0 Comments

Iti Giordani, la Micron di Arzano dona nuovi dispositivi digitali

Pietro Battarra -Nonostante il periodo estivo, continuano incessanti le attività dell’ITI-LS “Francesco Giordani” di Caserta guidato dalla preside Antonella Serpico. Proprio ieri, infatti, la Micron Semiconductor Italia di Arzano alle

Primo piano 0 Comments

Roccamonfina, “L’Oro Bruno” di Nadia Verdile libro da gustare

Claudio Sacco – «L’Oro Bruno» è il titolo dell’ultimo lavoro di Nadia Verdile. Un volume dedicato ai funghi e alle castagne di Roccamonfina e che è il novantacinquesimo, della Collana

Attualità 0 Comments

#nocifermanessuno, Campus Manzoni diretta con Luca Abete

Maria Beatrice Crisci -Domani alle 10,30 il Campus Manzoni Caserta diretto dalla preside Adele Vairo partecipa al tour motivazionale #noncifermanessuno ideata dall’inviato di Striscia la Notizia Luca Abete. Tema dell’incontro:

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply