Capua. Giornata di giubilo per la processione dei Santi Patroni

Capua. Giornata di giubilo per la processione dei Santi Patroni

Luigi Fusco

-Una giornata di grande giubilo è stata per la Chiesa di Capua. In occasione della rievocazione della festività dei Santi Patroni, celebratasi sabato 30 aprile, tutto il clero e i fedeli capuani si sono riuniti in preghiera in attesa di vedere sfilare in processione i preziosi busti argenti reliquiari dei santi titolari della città, ma anche per partecipare alla Santa Messa e per assistere alle nuove nomine presbiteriali fatte dall’Arcivescovo S.E. Monsignor Salvatore Visco. È stato rinnovato così il Capitolo della Cattedrale con l’investitura a Canonici ed Ebdomadari dei seguenti prelati: don Nicola Galante, vice parroco di Parrocchie Capua Centro, don Antonio Mingione, curato presso la Chiesa di San Tammaro, don Agostino Porreca, della Chiesa di San Pietro Apostolo a Santa Maria Capua Vetere, don Francesco Pappadia, parroco della Chiesa della SS. Annunziata di Marcianise, e don Enrico D’Agostino, prete presso la Chiesa di San Pietro Apostolo a Portico di Caserta. Tra tradizione e fede, è stato, inoltre, rispettato il protocollo relativo allo svolgimento della processione. In uscita dalla Cattedrale si sono disposte in testa le Congreghe di Santa Maria delle Grazie-Vulgo Santella, del SS. Salvatore, della Madonna del SS. Rosario, della Madonna Assunta e della Madonna del Carmine. Il corteo è stato poi seguito da tutto il clero capuano insieme all’Arcivescovo.  Sono poi uscite le effigi dei santi, il cui accollo è stato affidato alle cure della locale associazione degli “accollatori”, di alcune confraternite e di varie corporazioni civili, militari e degli artigiani della città.  In sequenza hanno sfilato la statua lignea di San Vincenzo Ferrer, compatrono di Capua dal 1855, e i busti argentei, del XVIII secolo, di San Sebastiano, Sant’Irene, Sant’Andrea, San Gaetano, dell’Addolorata, di Sant’Agata e, infine, di Santo Stefano. Dopo aver percorso le principali strade del centro, in particolare i due corsi Appio e Gran Priorato di Malta, le sculture hanno fatto ritorno in Cattedrale, dove, tra qualche giorno, verranno ricollocate all’interno degli armadi della Cappella del Santissimo Sacramento in attesa di poter ritornare in processione il 6 maggio dell’anno venturo.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 646 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Attualità 0 Comments

Commercialisti Napoli Nord. Ecco la squadra di Carboni

“Questa lista vuole rispondere all’esigenza di dare concreta rappresentanza alle varie anime e ai territori che compongono l’Ordine di Napoli Nord, ma anche riconfermare dignità al valore delle prestazioni svolte”.

Primo piano 0 Comments

Vinalia a Guardia Sanframondi, i percorsi tra enologia e arte

Maria Beatrice Crisci – Vinalia 2017 è ormai pronta al via. L’appuntamento con la quattordicesima edizione è per venerdì 4 agosto. La rassegna enogastronomica, promossa dal Circolo Viticoltori e organizzata

Spettacolo 0 Comments

Giorno della Memoria, a Caserta l’Arcadia si ritrova al Museo

Maria Beatrice Crisci – Il concerto dell’ensemble L’Arcadia Ritrovata, complesso di giovani musicisti campani, accoglierà gli ospiti della mostra di Nicholas Tolosa  “L’arte come missione storica”. L’appuntamento è per sabato 27

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply