Carne Viva, a Villa Vitrone il romanzo storico di Nadia Verdile

Carne Viva, a Villa Vitrone il romanzo storico di Nadia Verdile

Alessandra D’alessandro

-Il suggestivo giardino di Villa Vitrone a Caserta ospiterà venerdì 21 maggio alle ore 17 la presentazione di «Carne Viva», il romanzo storico della giornalista e scrittrice Nadia Verdile. L’iniziativa è promossa dall’Associazione di promozione sociale Liberi Orizzonti che riprende così le sue attività dopo un periodo di stop a causa della pandemia. «Tra le nostre finalità – spiega la presidente Angela Capasso – vi è quella di sviluppare e di promuovere la conoscenza delle tradizioni e della cultura del territorio. Siamo felici di ricominciare, dopo questo periodo di forzata inattività, ripartendo dalla promozione di una cultura della relazionalità tra persone, territori e amministrazioni locali, per la realizzazione di reti culturali virtuose che perseguono lo stesso scopo. Ed è da questa unione d’intenti che nasce questa stretta collaborazione tra Associazione Liberi Orizzonti, Liceo Artistico “San Leucio” e Università degli studi Niccolò Cusano – polo Caserta, tre enti che ora sono uniti da un unico intento che è la presentazione del libro di Nadia Verdile, giornalista, docente, amica di tutti!».

Immacolata Nespoli

A parlare del libro di Verdile, Carne Viva, sarà Barbara Bellani, docente di Filosofia e studiosa di letteratura di genere. Porterà il suo contributo Immacolata Nespoli, dirigente scolastica del Liceo Artistico “San Leucio”. «La nostra – dice la preside Nespoli – è una comunità. Non solo educante ma anche valoriale. Essere accanto alla nostra professoressa Verdile alla presentazione del suo nuovo libro è per tutti noi un’occasione di condivisione e anche un motivo di orgoglio. I suoi successi sono anche i nostri perché un’insegnate che cresce fa crescere anche le sue allieve e i suoi allievi. E quindi la scuola in cui si opera. Ho letto con passione Carne Viva ma non voglio svelarne le emozioni. Le racconterò venerdì». “Carne viva. Una saga italiana fra Otto e Novecento”, edito da Pacini Fazzi Editore, è un romanzo storico ambientato nel Molise Fine Ottocento. Dopo gli anni ribelli e tragici del brigantaggio, in quello scorcio di fine secolo, tutto era precipitato nell’oblio delle istituzioni. Padroni da una parte, servi dall’altra. Ma anche per i ricchi qualche volta c’erano i divieti. Amare, per esempio, era un lusso non necessario.

Angela Capasso

Qualche volta bandito. Da questo aborto obbligato dei sentimenti «sono nata io – dice l’autrice -, qualche generazione dopo». Il romanzo narra la storia di Concetta e Umberto, i suoi bisnonni, figli di un tempo e di una società che marchiavano a fuoco i destini, segnati per sempre dalla scala sociale. Storia di una famiglia, ma anche paradigma e saga di un popolo con i suoi squilibri sociali, i drammi della miseria, dei pregiudizi, dell’emigrazione, delle contrapposizioni ideologiche e politiche. Di persone e gruppi, famiglie e classi, archetipi di una società i cui problemi ancora oggi sono carne viva. Allora, al tempo dei protagonisti e della corolla di personaggi e discendenti che ad essi si accompagna, erano tragica realtà, da accettare con la rassegnazione dell’ignoranza, della cristallizzazione delle convenzioni e dei rapporti sociali dei secoli precedenti. «Una storia di riscatto dalla povertà – scrive il critico letterario Mario Ventriglia -, che il fatale appuntamento con la morte, ricaccia indietro. Concetta e Umberto hanno la statura degli eroi greci, l’ambientazione è degna del miglior Silone». L’incontro sarà introdotto e coordinato da Angela Capasso. Previsti i saluti del presidente della Provincia, Giorgio Magliocca. Umberto Albano della Nuova Accademia Toscanini di Caserta, diretta dal Mº Franco Damiano curerà gli intermezzi musicali, le letture saranno di Dafne Rapuano e Francesco Maienza di Fabbrica Wojtyla Compagnia della Città. Omaggio all’autrice del maestro Giovanni Tariello che esporrà alcune sue opere. L’evento si svolgerà nel pieno rispetto delle norme anticovid, con partecipazione a inviti.

About author

Alessandra D’alessandro
Alessandra D’alessandro 49 posts

Alessandra D'alessandro - Studentessa presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, facoltà di Lettere indirizzo linguaggi dei media. Ha frequentato il liceo classico Giannone a Caserta. Ha conseguito certificazioni di lingua inglese presso Trinity College London. Attualmente collabora nell’azienda familiare occupandosi di social media, comunicazione e fashion buying. Interesse spiccato per il mondo della moda, il giornalismo, la comunicazione e la cultura olfattiva.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Floridiana, a Caserta la presentazione del libro di Pettener

Claudio Sacco -«Floridiana» è il libro di Emanuele Pettener che sarà presentato mercoledì 7 luglio presso Il Cortile in via Galilei 24, Caserta. Appuntamento alle ore 18. Con l’autore, Patrizia

Cultura 0 Comments

Intimalente, al via a Caserta il Festival di etnografia visiva

Pietro Battarra E’ per domani domenica 22 Dicembre alle 18,30 l’inaugurazione presso il Teatro Comunale di Caserta della nona edizione del festival di etnografia visiva “IntimaLente / IntimateLens”. L’iniziativa è

Spettacolo 0 Comments

Fine tour per il Principe Abusivo, ultima fermata il Palamaggiò

(Maria Beatrice Crisci) – “Il Principe Abusivo” conclude il suo tour teatrale a Caserta. Venerdì 28 aprile alle ore 21 l’ultima tappa al Palamaggiò. In scena ci sarà l’irresistibile coppia

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply