Casapulla, un cittadino in più. E’ Massimo Bray

Casapulla, un cittadino in più. E’ Massimo Bray

(Redazione) – Conferita la cittadinanza onoraria di Casapulla all’ex ministro dei Beni Culturali Massimo Bray. La cerimonia ieri 25 novembre. Ad aprire l’assemblea è stato il sindaco Michele Sarogni: «Oggi, nella giornata in cui tutti parlano del “Black Friday”, noi a Casapulla celebriamo un “Good Friday”. La decisione di conferire la cittadinanza onoraria al professore Bray è stata presa all’indomani dell’adesione del nostro Comune al cosiddetto regolamento Labsus, il laboratorio per la sussidiarietà. Insieme ad altri sindaci della provincia, ci incontrammo per siglare il patto all’interno della Reggia di Carditello che, dopo anni di totale abbandono, oggi sta tornando ai suoi vecchi splendori grazie proprio all’attività di Bray. Anche per il suo esempio, la nostra terra, quotidianamente, ha voglia di riscattarsi e di rinascere».

Uno dei fautori dell’iniziativa è stato il presidente del consiglio comunale Francesco Sorbo: «La provincia di Caserta, grazie al lavoro realizzato a Carditello dall’ex ministro Bray, oggi vive in un clima di fiducia. Anche Casapulla, che si trova a pochi chilometri da San Tammaro, ha avuto e continuerà ad avere dei benefici per quanto è accaduto presso la Reggia Borbonica».

Dopo il voto unanime del consiglio comunale, con il quale è stata deliberata la cittadinanza onoraria a Bray, c’è stato l’intervento del professore. Belle e toccanti le parole del suo discorso, nel quale ha citato Papa Francesco e alcuni passaggi dell’ultima intervista del magistrato Paolo Borsellino: «Carditello – ha detto Bray – rappresenta il simbolo del riscatto di un Paese che vuole mostrare di essere diverso dal passato. Quando ero ministro, sollecitato da numerose associazioni, dopo l’ennesimo crollo all’interno della Reggia, ho deciso di venire a San Tammaro. Subito ho incontrato Tommaso Cestrone, “l’angelo di Carditello”, il quale mi ha trasmesso il suo desiderio di legarsi alla struttura, un bene che non può essere rovinato. Dobbiamo stare insieme e lavorare per obiettivi, salvaguardando i beni comuni: questo risultato si può ottenere coinvolgendo tutti i cittadini. Così Carditello, da luogo violato, è diventato il luogo di tutti. Questa sera mi avete reso felice; sono emozionato per il conferimento della cittadinanza onoraria di Casapulla».

Per sigillare questo momento, l’Amministrazione ha donato a Bray una simbolica chiave della città. Inoltre, l’ex ministro ha lasciato l’impronta della sua mano su una tavolozza d’argilla, che sarà cotta nelle tradizionali fornaci di Casapulla. Tantissime le persone presenti all’interno della sala consiliare del Comune di piazza Municipio. Sono arrivati a Casapulla anche i sindaci dei paesi limitrofi: Antonio Mirra di Santa Maria Capua Vetere, Domenico D’Angelo di San Prisco e Antonio Raiano di Curti.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8558 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

I Dialoghi di Carditello. Una festa tra cultura, territorio e natura

Pietro Battarra – Il Real sito di Carditello ritorna ad animarsi con iniziative di ampio respiro culturale. Due giornate, sabato 12 ed domenica 13 maggio, che vedranno Carditello aprirsi alla storia con una

Taburno Experience a Cautano, è festa per la patata interrata

Maria Beatrice Crisci – Si chiama “Taburno Experience” ed è la festa della patata interrata e dell’antico rito di conservazione con i produttori delle Comunità del Cibo Slow Food, cookingshow con

Spettacolo 0 Comments

Isabella Ferrari e Iaia Forte in Salotto, al Comunale di Caserta

Claudio Sacco – Riprende Il Salotto a Teatro, il format giornalistico ideato e condotto da Maria Beatrice Crisci abbinato alla stagione teatrale del Teatro Comunale Costantino Parravano di Caserta. L’appuntamento è per sabato

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply