Caserta, al Prosit 1990 il pranzo come racconto di Natale

Caserta, al Prosit 1990 il pranzo come racconto di Natale

(Enzo Battarra) – Prosit! E si brinda affinché il futuro sia migliore, le feste siano piacevoli, il nuovo anno ricco di benessere e di soddisfazioni. Pranzo di Natale al Prosit 1990. Appuntamento a via Ferrante, nella culla di Caserta, nel quartiere Santella, ai margini dello storico Villaggio Torre. Qui la sera c’è la movida, i ragazzi, i giovani, ma anche i “forever young” si danno appuntamento fuori ai baretti per aperitivi e degustazioni. A ora di pranzo nel giorno di Natale la Santella è come disabitata, le saracinesche sono abbassate. Sicuramente si è lavorato tanto nella notte della Vigilia e si continuerà a lavorare freneticamente nelle sere e nelle notti successive. A pranzo sono aperti solo i ristoranti. Prosit 1990, appunto!

Peppe Russo è lo chef e il patron del ristorante che da 26 anni, cambiando anche città e sede, continua a portare avanti una proposta gastronomica radicata nel e sul territorio, ma che trova sempre spunti legati all’innovazione, non disdegnando le nuove metodiche e tecnologie, ma mettendoci più che altro cultura e passione, e non fredde alchimie.

cannolo

E la cucina deve essere questo: gusto, narrazione, sentimento, ricerca. Con senso di ospitalità e di accoglienza. Insomma, il genius loci deve accompagnare il percorso gastronomico. Prosit, dunque! Che il tutto sia di giovamento!

Il pranzo di Natale è in Campania un rituale ricco di sapori e di usanze. Peppe Russo ha proposto un menù che coniugava la tradizione del territorio con l’apertura a nuovi orizzonti sensoriali. Ed ecco che l’invito alla tavola si materializza in principio con un cannolo “rustico” ripieno di ricotta e verdurine crude. Si prosegue con una sorprendente terrina di foie gras e verdure. Sovrana è la pasta reale in brodo di cappone con tartufo, una pietanza che ha bisogno di più di 48 ore di preparazione. Arrivano gli gnocchi in clorofilla di prezzemolo e fiammelle di carciofi ed è una festa del palato. L’agnello è speciale, per scelta del pezzo di carne e per cura della preparazione. Il tutto accompagnato da un Terre Siciliane Cabernet Vendemmia Tardiva IGT “Luna Nera” – Tenute Caradonna. Che altro, se no?

pasta-reale

Il dolce è un pan di pandoro, ricco, pieno, un trionfo barocco per il palato. E’ l’occasione per deliziarsi il palato con l’Elixir Falernum, un modo per non separarsi più dal ricordo dei frutti di bosco.

Si va via con la convinzione di aver più che adeguatamente omaggiato la tradizione del pranzo di Natale. Prosit! Non ci sono altre parole.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7171 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Scuola

Liceo Artistico San Leucio la via della seta porta alla Moda 4.0

Claudio Sacco per Ondawebtv  – La prima annualità del Corso Moda 4.0 segna un primo importante successo al Liceo Artistico “San Leucio”. Domani 3 dicembre la conclusione. A spiegare l’importanza dell’iniziativa è

Primo piano

Sisma Italia centrale. Al lavoro i vigili del fuoco casertani

(Redazione) – Sono diciotto i vigili del fuoco di Caserta impegnati sul territorio colpito dal terremoto del 24 agosto scorso. Gli uomini e le donne del comando provinciale stanno lavorando nel

Attualità

Vaccinare prima le persone con disabilità, lo chiede il Garante

Claudio Sacco – All’indomani del V-Day, la Giornata Europea del Vaccino anti covid_19, interviene il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Campania. L’avvocato Paolo Colombo, avendo ricevuto

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply