Caserta all’Appia Day, la festa per celebrare la Regina viarum

Caserta all’Appia Day, la festa per celebrare la Regina viarum

(Maria Beatrice Crisci)

Domenica 14 maggio, è questo il giorno dell’Appia day. Una grande festa, in programma lungo l’asse dell’Appia Antica, la Regina viarum, che oltre ad avere rappresentato da sempre la maglia fondamentale della rete di vie consolari romane, raccoglie oggi lungo il suo tratto iniziale un patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico unico al mondo. Tanto da essere tutelato dal parco regionale dell’Appia Antica.
Forte del successo della prima edizione dello scorso anno, l’Appia Day permetterà di riscoprire la più celebre delle vie romane rigorosamente a piedi e in bicicletta, unendo tante città e comunità e per chiedere la pedonalizzazione della storica strada 365 giorni all’anno, realizzando il sogno di Antonio Cederna: un parco archeologico unico al mondo che di estende da Piazza Venezia ai Castelli Romani.Il cuore pulsante dell’iniziativa batterà a Roma dove si svolgeranno la maggior parte degli eventi, ma anche tanti comuni, attraversati dall’antica Appia.

La Città di Caserta ha aderito alla prestigiosa manifestazione. L’assessore alla cultura Daniela Borrelli sarà presente, su delega del sindaco Carlo Marino, all’incontro tra i sindaci dei Comuni attraversati dall’Appia che si terrà alle 11.30 presso lo stand allestito in prossimità del mausoleo di Cecilia Metella. Ad ogni comune era stato richiesto di presentare le eccellenze del territorio per una degustazione di prodotti tipici locali: il Comune ha registrato con soddisfazione l’adesione del Consorzio di tutela della mozzarella di bufala, che offrirà il prodotto simbolo del nostro territorio ai tanti che parteciperanno alla giornata, anche se non sarà presente con un proprio stand autonomo a causa dei molteplici impegni del Consorzio; sarà pertanto l’Associazione culturale Scientia et Sapor, nella persona del suo presidente, Giuseppe Zimbardi, ad assicurare la promozione delle eccellenze enogastronomiche di Terra di Lavoro. L’associazione a proprie spese, infatti, si è offerta di aggiungere alla mozzarella altri prodotti per le degustazioni, quali l’olio extravergine di olio, il formaggio conciato romano, le olive caiazzane presidio Slow food, il lupino gigante di Vairano Patenora anch’esso presidio Slow food, la salsiccia di maialino nero casertano, oltre al vino falerno dell’azienda vinicola Regina viarum (Olive di caiazzo: Azienda agricola La sbrecciatrice; Lupino gigante: Azienda agricola Del Sesto; Conciato romano: presidio slow food Le Campestre; Maialino casertano: Az. agr. Crispino; Olio extravergine: Az. agr. Cipriano Benedetta; Olive itrane: Az. agr. Badevisco)

“Sia il conciato romano, che è probabilmente il più antico formaggio d’Italia, risalente addirittura a un’epoca pre-etrusca, sia il falerno – spiega l’assessore alla Cultura Daniela Borrelli – evocano consuetudini fondamentali della vita quotidiana a Roma: il primo faceva parte dell’approvvigionamento dei soldati romani che passavano per il Monte Maggiore ed è citato anche dal poeta romano Marziale; il falerno del Massico, peraltro di un’azienda che significativamente è intitolata proprio all’Appia, è il “vino degli imperatori”, ma si afferma già in età repubblicana ed è oggetto di lodi di numerosi autori della letteratura latina, in primis di Catullo che ne esalta la qualità”.

 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7796 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

La speranza va seminata, alla Jean Monnet progetto sul verde

(Luigi D’Ambra) – Sarà presentato domani martedì 11 aprile alle 10 presso la sede del Dipartimento di Scienze Politiche Jean Monnet il progetto Seminare speranza. E’ questo un progetto promosso

Chocolate Days casertani, dolce chiusura con Anna Chiavazzo

Maria Beatrice Crisci per Ondawebtv – Ultima data per i Chocolate Days casertani. Domani domenica sarà la terza e ultima giornata della Festa del Cioccolato artigianale. Ancora degustazioni e laboratori

Primo piano 0 Comments

Riaprirà il Teatro di Corte, ecco il primo ok dei Vigili del Fuoco

Luigi Fusco – Buone notizie per il Teatro di Corte della Reggia di Caserta. È giunto il parere di conformità in deroga dei Vigili del Fuoco, per l’avvio della fase

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply