Caserta. Il cavaliere dalla triste figura al Teatro Civico 14

Caserta. Il cavaliere dalla triste figura al Teatro Civico 14

Marco Cutillo

– Viene chiamato “dalla triste figura”, ma ha un fascino irresistibile. Di chi si parla? Ma di Don Chisciotte naturalmente! Forse sarà per l’innato magnetismo, forse per il suo sguardo trasognato, fatto sta che ha stregato anche la compagnia Garbuggino-Ventriglia. Da questo avvicinamento è nato “In terra in cielo”, lo spettacolo che andrà in scena al Teatro Civico 14, sabato 3 novembre, alle ore 20. Gli autori hanno pensato di creare un blues donchisciottesco, facendo dialogare il cavaliere con la chitarra baritono Danelectro di Gabrio Baldacci. «Un don Chisciotte che parla parole di Paul Eluard – Garbuggino e Ventriglia – che esiste idealmente nello stupore e che attraversa e ci chiede un attraversamento lucido della notte del mondo e dell’uomo. Fino all’alba: la resurrezione dello sguardo aperto su un mondo anch’esso risorto, che risorge ogni giorno, sulla bellezza del creato non più straziante ma colma di tenerezza». In questa visione elaborata ci sarà spazio anche per Ronzinante, stavolta non più condannato a portare il peso del suo padrone, ma immerso in uno spazio tempo trasparente.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 6239 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Cultura

C’è un Vagabondo in città, la Caserta di Romano Piccolo

Maria Beatrice Crisci – “Il vagabondo, memorie di luoghi e personaggi casertani”. E chi sarà il vagabondo? Probabilmente l’autore stesso, quel Romano Piccolo che presenterà martedì 12 dicembre alle ore 18

Primo piano

Il Salotto dell’Arte fa tappa alla mostra Terrae Motus

Terrae Motus è la più straordinaria collezione tematica degli anni Ottanta. Fu Lucio Amelio, gallerista napoletano geniale e illuminato a raccogliere le opere di grandi artisti di fama internazionale da

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply