Caserta in giallo-verde, peregrinazio di Sant’Anna per la città

Caserta in giallo-verde, peregrinazio di Sant’Anna per la città

Maria Beatrice Crisci, foto di Antonio Ciontoli

sant'anna 3– Caserta festeggia ha la sua santa patrona. È Sant’Anna. Il 26 luglio è stata la sua festa. Le celebrazioni sono andate avanti per tutta la settimana, ma oggi domenica 30 luglio la conclusione. Come tradizione alle 6 di stamattina la Messa del Saluto, annunciata dal suono delle campane e dal lancio di bombe carta, in piazza celebrata dal Vescovo di Caserta, Giovanni D’Alise, concelebrata dal Rettore del Santuario, don Giovanni Gionti e da don Michele Cicchella e don Stefano Sgueglia la partecipazione della corale parrocchiale oltre e da altri sacerdoti della Diocesi. Al termine della Messa ha avuto inizio la peregrinazio con la statua della Santa per le vie del centro. Alle 18 la solenne processione con l’effigie portata a spalle dai soci dell’associazione cattolica Accollatori di Sant’Anna, con i suoi colori giallo-verdi.

sant'anna 4Nella cultura popolare, nella fede più viscerale della città di Caserta, è Sant’Anna la protagonista, la taumaturgica. La passione nasce nell’antico quartiere della Santella, in quello che un tempo era il Villaggio Torre, il primo segmento della Caserta nel piano. In realtà Santella è la deformazione di “Sant’Elena”, dal nome della chiesa e della strada, oggi via Ferrante, che vi conduceva. Ma proprio in via Ferrante c’è una corta traversa, viella Salomone, che è l’epicentro del culto della santa “vecchiarella”, Sant’Anna appunto. Lì c’è un’edicola che viene apparata a festa in occasione della ricorrenza.

La festa di Sant’Anna, con le sue luci, i suoi festoni, il palco, le bancarelle, assegna a Caserta il suo status meridionale, le ricorda di essere una provincia del Sud, con le sue tradizioni, i suoi sentimenti, i suoi credo. Il rito sacro si consumerà ma lascerà in ognuno una ventata di spiritualità frammista a quel sentimento laico capace di mescolare le pratiche religiose con quella dimensione pagana che persiste e persisterà.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7643 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

A confronto con gli avvocati, i medici: serenità e non denunce

Maria Beatrice Crisci -Le immagini dei medici durante il periodo di lockdown hanno colpito tutti e non devono essere dimenticate. Alla luce di questo bisogna interrogarsi anche sugli strumenti giuridici

Primo piano 0 Comments

De Luca: Primavera nuova stagione per welfare e terzo settore

(Luigi D’Ambra) – Welfare e terzo settore a confronto con istituzioni e società civile. Sono stati oltre 1800 i rappresentanti del mondo dell’associazionismo e del volontariato che hanno partecipato alla

Primo piano 0 Comments

Mozart in erba all’Accademia musicale Città di Caserta

Pietro Battarra – La musica, come la lettura, dovrebbe essere una pratica quotidiana, coltivata fin dalla primissima infanzia, utile a favorire uno sviluppo equilibrato e armonico dell’individuo. E’ questo l’obiettivo

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply