Caserta Jazz Festival, la rassegna sempre più made in Terronia

Caserta Jazz Festival, la rassegna sempre più made in Terronia

Enzo Battarra

70x100casertajazz– Jazz, ma non solo. Dal 28 giugno al primo luglio la città della Reggia diventerà protagonista per quattro giorni della ricerca musicale ma anche enogastronomica del territorio con la rassegna “Made in Terronia”. Sì, questo è il titolo della seconda edizione del Caserta Jazz Festival. La manifestazione avrà corso nello splendido giardino del Setificio Leuciano e della Conti 3, che ne sono i main sponsor.

“Made in Terronia” dedicherà una particolare attenzione alle eccellenze di Terra di Lavoro. Cantine vitivinicole, un birrificio artigianale, i piatti preparati da quattro dei migliori chef casertani, la mozzarella di bufala dop dell’omonimo Consorzio e tante altre sorprese gastronomiche, saranno la base dell’Aperjazz, compreso nel prezzo del biglietto di ingresso di 13 euro.

Svelato anche il cartellone nel corso della conferenza stampa tenutasi presso lo show room del Setificio Leuciano. Due concerti ogni sera, uno durante l’Aperjazz, inizio alle 19.30, dove suoneranno i Dr. Jazz & Dirty Bucks Swing Band, i Brava la Cantante Swing Band, i Comoverao e gli A- Typical trio. Mentre, Rosalia De Souza, Ada Montellanico T Quartet, Nick The Nightfly e The Quintet con Emanuele Cisi, Flavio Boltro, Eric Legnini, Massimiliano Rolff e Adam Pache, si esibiranno alle ore 21.30 sul palco del festival dal 28 giugno al primo luglio.

rptIl Caserta Jazz Festival, come afferma il suo ideatore e direttore artistico Edgardo Ursomando, mira a diventare un riferimento culturale per gli appassionati di musica e di jazz in particolare. Il festival non gode di contributi pubblici, ma si autofinanzia esclusivamente con sponsorizzazioni di privati.

Sarà il Borgo di San Leucio, in Piazza della Seta, la cornice dell’evento, un contesto dove l’arte traspare da ogni scorcio, prerogativa di un sito che non è passato inosservata, ma che sarà esaltato da una mostra dell’artista Akira Zakamoto, che presenterà alcune sue opere proprio dedicate al sito Unesco. L’immagine del festival è stata curata dall’ottimo designer casertano Alberto Grant, che con il suo “graffio” ha creato il gatto che rappresenta il logo della rassegna. Anche quest’anno, come per la scorsa edizione, sarà Piero a presentare le quattro serate. Il giovane attore, che dal padre Alberto ha sicuramente ereditato la creatività, è reduce da tanti successi cinematografici e teatrali.

 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9772 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Generici

Tre scugnizzi il giorno dopo, il nuovo lavoro di Silvana Perno

Luigi Fusco -È prevista per il 20 maggio prossimo l’uscita dell’opera letteraria «Tre scugnizzi il giorno dopo» dell’autrice Silvana Perno, edito da Officina Milena e con disegni a cura di

Primo piano

Concerto per un giorno di festa, Santo Stefano alla Reggia

Claudio Sacco – E’ nel giorno di Santo Stefano, martedì 26 dicembre che si conclude alla Cappella Palatina della Reggia di Caserta, il viaggio attraverso le atmosfere musicali classiche e barocche

Generici

Madre Teresa a 25 anni dalla morte. Capua le rende omaggio

Luigi Fusco -Venticinque anni fa lasciava il mondo terreno Madre Teresa di Calcutta, Suora Missionaria della Carità che ha offerto la sua intera esistenza in soccorso dei poveri e dei