Caserta. La marmellata delle Regine, ora è in vendita online

Caserta. La marmellata delle Regine, ora è in vendita online

La “marmellata delle Regine” da oggi in vendita on line. La dolce conserva, realizzata con le arance della Reggia di Caserta nel laboratorio “Le Ghiottonerie di Casa Lorena” dalle donne che hanno affrontato il difficile percorso di affrancamento dalla violenza, è adesso in commercio.
L’Istituto museale ha avviato un progetto sperimentale di economia circolare e solidale sul territorio con la cooperativa E.V.A.. La onlus è impegnata, da decenni, in servizi di prevenzione e contrasto della violenza. Dal 2012 ha attivato a Casal di Principe, in un bene confiscato alla criminalità organizzata, “Lorena casa delle donne contro la violenza” e al suo interno il laboratorio che sostiene l’autonomia e l’inserimento lavorativo di donne in condizioni di particolare difficoltà. 
L’identità della Reggia di Caserta, istituto al servizio della società e del suo sviluppo, ha un intrinseco e originario spirito produttivo che deve conciliarsi oggi con gli obiettivi di ecosostenibilità e “no waste” dell’Agenda 2030. Questo progetto integra tale ottica con la solidarietà sociale e la condivisione con la comunità. La partnership con la cooperativa ha ad oggetto la raccolta degli agrumi del Parco Reale, del Giardino Inglese e della Flora, destinati finora alla macerazione naturale o allo smaltimento oneroso, per la preparazione e commercializzazione della “marmellata delle Regine”, il cui nome è un omaggio alle sovrane protagoniste delle storia della Reggia di Caserta. I frutti sono stati raccolti all’interno del Complesso monumentale nei mesi di gennaio e febbraio e poi lavorati nel laboratorio della onlus. 
La “marmellata delle Regine”, a marchio Reggia di Caserta e Le Ghiottonerie di Casa Lorena, è disponibile al link http://www.leghiottoneriedicasalorena.com/prodotti/confetture-e-marmellate/marmellata-delle-regine/. Quando l’Istituto potrà tornare ad aprire le sue porte al pubblico, la confettura sarà in vendita anche all’interno del Museo. I ricavi saranno destinati interamente ai progetti di tutela di soggetti vittime di violenza.  Quale migliore regalo per l’8 marzo!

Per informazioni commerciali è possibile rivolgersi alla cooperativa E.V.A. al numero 3387882114 o alla mail eshop@leghiottoneriedicasalorena.com

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 6913 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Tavolo di partenariato “euAgri”. Le richieste del Consorzio di Bonifica Sannio Alifano

Fondi per realizzare nuove opere irrigue a servizio dell’area in destra e sinistra Volturno, possibilità anche per gli enti di bonifica di accedere alle risorse previste per la difesa del

Primo piano

Caserta, rinascerà all’ombra della Reggia il vino dei Borbone

Maria Beatrice Crisci – opera di Battista Marello – Da una reale delizia dei Borbone rinascerà il vino della tavola dei re. Nell’ottica della valorizzazione della Reggia di Caserta e delle

Cultura

Calato il sipario sulla rassegna Le vie dell’Eremo

E’ finita a suon di pizzica e tammorra questa quarta edizione de “Le Vie dell’Eremo”. Ieri sera infatti Tonia Cestari e i Lillialè hanno animato la serata offrendo al pubblico

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply