Castello Aragonese, Campania by Night chiude con la danza

Castello Aragonese, Campania by Night chiude con la danza

Pietro Battarra

-Cala il sipario sul ciclo di appuntamenti di Campania by Night al Castello Aragonese di Baia con “Bermudas”, spettacolo di danza di Michele Di Stefano, premio UBU come Miglior spettacolo di danza 2019, in programma alle ore 20.

L’evento rientra nel più ampio progetto “NA-SA” ideato da Michele Mele per omaggiare il lavoro artistico del performer e coereografo, Michele Di Stefano, con il sostegno della Regione Campania attraverso la Scabec, Teatro Pubblico Campano e CDTM, Casa Del Contemporaneo e in collaborazione con Comune di Salerno, Università degli Studi di Salerno, Galleria “Paola Verrengia”, KLm.

Nato a Salerno, Di Stefano, torna nella sua regione per tracciare con “NA-SA” una mappa per tappe e far conoscere in un territorio – che poco lo conosce e poco ha ospitato i suoi spettacoli – la sua vocazione alla danza e al viaggio. Un viaggio che è anche un ritorno, là dove tutto è iniziato, il luogo di nascita.

In questa prima tappa al castello di Baia la rappresentazione di BERMUDAS (titolo che ironicamente evoca un territorio dai confini non indentificati e poco tracciabili) – creazione per sua definizione “mutevole sistema coreografico, meccanismo performativo” – racconta al meglio il caleidoscopio di azioni danzanti, musica e luci che è il mondo creativo targato mk. Un sistema coreografico pensato per un numero variabile di interpreti (da tre a tredici), intercambiabili tra loro. Gioca sul meccanismo del “moto perpetuo” in cui i corpi diventano una sorta di organismo di movimento basato su regole semplici e rigorose che ogni performer applica come una condizione per esistere accanto agli altri e costruire un mondo ritmicamente condiviso.

“NA-SA” si propone di portare in scena, a partire da questa prima tappa, il viaggio creativo – ma anche fisico – nei luoghi del cuore dell’artista attraverso una serie di spettacoli nei teatri di Napoli e Salerno, (a Napoli: Teatro Nuovo; Sala Assoli \casa del Contemporaneo; Teatro dei Piccoli \casa del Contemporaneo; a Salerno: Auditorium dell’Università; Teatro Ghirelli-spazio Fornace \casa del Contemporaneo; Teatro Verdi; Galleria “Paola Verrengia).

About author

Pietro Battarra
Pietro Battarra 72 posts

Pietro Battarra, giornalista pubblicista. Iscritto a Scienze delle Comunicazioni Università Suor Orsola Benincasa Napoli, si interessa in particolare di cultura e fenomeni sociali. La sua passione sono la moda e il fitness. Ha iniziato giovanissimo a sfilare per marchi come Dolce&Gabbana, Trussardi, Hogan, Roberto Cavalli, Alcott, MSGM, Minimal ed è stato protagonista di shooting fotografici e cataloghi per importanti campagne pubblicitarie. Dall’esperienza a New York a quella in Cina, nei suoi progetti c’è quello di occuparsi di marketing e comunicazione.

You might also like

Primo piano

Parete, il jazz del Side Stage Quartet al Fragola Art Festival

Maria Beatrice Crisci – Il Fragola Art Festival, il progetto realizzato dall’amministrazione comunale di Parete e finanziato dalla Regione Campania, in corso fino al 30 giugno, continua con un evento

Primo piano

“Noi vivi”, il ricordo delle Quattro Giornate di Napoli

Domenica 25 settembre alle ore 19,15 e alle 21 andrà in scena “Noi vivi”, uno spettacolo storico itinerante di NarteA sul palco naturale della Galleria Borbonica di Napoli, noto circuito sotterraneo partenopeo e reale testimonianza di diverse epoche

Salute

Verdura e frutta, aspettando Natale, lo dice Marcellino Monda

Marcellino Monda* – Con l’apprestarsi del periodo natalizio il pensiero già corre ai lauti pasti di Natale, di Capodanno e delle relative vigilie. Sicuramente il pensiero di belle tavole imbandite

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply