Che concerto! Riccardo Muti apre il Campania Teatro Festival

Che concerto! Riccardo Muti apre il Campania Teatro Festival

Pietro Battarra

– Sarà il concerto del maestro Riccardo Muti con l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini ad aprire la quattordicesima edizione del Campania Teatro Festival diretto da Ruggero Cappuccio. Il concerto si registra domani sera al teatro Mercadante di Napoli, e sarà disponibile gratuitamente in streaming dal 26 marzo e per un mese su live.napoliteatrofestival.itcultura.regione.campania.itansa.it e ravennafestival.live. In programma la Sinfonia spagnola che Saverio Mercadante compose per “I due Figaro” e la Sinfonia n.9 in do maggiore D 944 di Franz Schubert, nota anche come La Grande. Due composizioni con una storia comune.

Il manoscritto de “I due Figaro, prosecuzione delle Nozze mozartiane e del Barbiere di Rossini, fu scoperto a Madrid nel 2009 dallo studioso torinese Paolo Cascio. L’opera, un melodramma buffo, composta nel 1826 su libretto di Felice Romani, incorse nel rigore della censura e venne rappresentata soltanto nel 1835 nella stessa capitale spagnola. Anche “La Grande” di Schubert, composta tra il 1825 e il 1826, ebbe un’esecuzione pubblica molti anni dopo. Fu Robert Schumann a scoprirla tra le carte dell’autore e Felix Mendelssohn il primo a dirigerla al Gewandhaus di Lipsia il 21 marzo 1839. Un’altra partitura “ritrovata”, quindi. Per una creazione di grandi ambizioni che rappresenta un ponte verso il sinfonismo tardo Romantico.

Il concerto che inaugura il Campania Teatro Festival 2021 è la seconda tappa di una tournée in streaming del Maestro Muti con l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini organizzata da Ravenna Festival che, partita da Bergamo (concerto on line da domenica 21 marzo alle 11), dopo Napoli toccherà anche Palermo.

Domani mattina assisteranno in diretta on-line alla prova del concerto i giovani partecipanti a “Musica libera tutti-pratiche quotidiane per crescere insieme a suon di musica a Scampia”, un progetto dell’Associazione di volontariato Animazione Quartiere Scampia (AQuaS-onlus) che ha come obiettivo principale la promozione socio-culturale attraverso la musica. I ragazzi, che hanno frequentato laboratori strumentali e dato vita a un’orchestra, saranno poi collegati singolarmente attraverso una piattaforma digitale con il Maestro Riccardo Muti e potranno tutti insieme interagire con lui, ponendo domande e ricavandone preziosi insegnamenti. Quasi “la Dad di un dad” della scena internazionale, per un piccolo evento nell’evento, che dimostra ancora una volta l’attenzione del Maestro per i giovani, della quale l’Orchestra Cherubini è l’esempio più visibile, e una generosità che si manifesta anche attraverso la trasmissione dei saperi.

About author

Pietro Battarra
Pietro Battarra 95 posts

Pietro Battarra, giornalista pubblicista. Iscritto a Scienze delle Comunicazioni Università Suor Orsola Benincasa Napoli, si interessa in particolare di cultura e fenomeni sociali. La sua passione sono la moda e il fitness. Ha iniziato giovanissimo a sfilare per marchi come Dolce&Gabbana, Trussardi, Hogan, Roberto Cavalli, Alcott, MSGM, Minimal ed è stato protagonista di shooting fotografici e cataloghi per importanti campagne pubblicitarie. Dall’esperienza a New York a quella in Cina, nei suoi progetti c’è quello di occuparsi di marketing e comunicazione.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Casalnuovo. Una città che suona, giovani artisti in gara

Claudio Sacco – Manca un mese all’atteso appuntamento con “Una Città che suona“, la prima kermesse musicale nata a Casalnuovo di Napoli e che parte quest’anno con la partecipazione di

Antea, il brand di Caserta che fa moda. Raiz a Giffoni vestito da Michele del Prete

(Enzo Battarra) – Caserta fa moda. E ancora una volta a fare da protagonista è Michele del Prete, lo stilista del brand casertano Antea. È stato lui a vestire, tra

Comunicati 0 Comments

Adda passà ‘o 2020, guerrilla marketing del team Ratiostudio

– Da ieri sono comparsi nel centro di Caserta manifesti che riportano i più famosi detti napoletani che riguardano la fortuna. Siamo vicini alla fine di un anno che si

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply