Chiamata alle arti per l’Ucraina, il 2 aprile l’evento a Caserta

Chiamata alle arti per l’Ucraina, il 2 aprile l’evento a Caserta

Maria Beatrice Crisci

-Con la cultura si costruisce la pace. Il Coordinamento Casertano per lo Spettacolo chiama a raccolta gli artisti casertani contro la guerra. Così nell’affollata sala giunta del Comune di Caserta presentata la manifestazione che si terrà sabato 2 aprile al Teatro Comunale di Caserta. Dalle 17 alle 23 sul palco del Parravano si alterneranno più di 80 artisti. Con il sindaco Carlo Marino, gli assessori Emiliano Casale e Enzo Battarra. Quindi, Rino della Corte coordinatore artistico, padre Igor parroco della Comunità ucraina a Caserta, don Antimo Vigliotta direttore Caritas Caserta, Marco Miggiano Fondazione Mario Diana Onlus. E tanti degli artisti che hanno aderito all’iniziativa. «Caserta è città solidale» ha sottolineato il sindaco Marino. «La grande mobilitazione dei casertani in questi giorni ne è una dimostrazione». Per l’assessore Casale: «La comunità ucraina ha bisogno del nostro supporto e come cittadini di Caserta abbiamo subito dato loro sostegno ospitando dieci giorni fa l’evento dell’Orchestra di Kiev al Comunale e con diverse altre iniziative sul territorio». Per l’assessore alla Cultura Battarra: «E’ ammirevole che un’ottantina di artisti casertani, tra musicisti e attori, abbia risposto a una chiamata alle arti nel nome dell’Ucraina e della pace. Questo dimostra la sensibilità della comunità artistica casertana, pronta a stringersi intorno agli ospiti ucraini che stanno arrivando in città e desiderosa di aiutare un popolo che sta tanto soffrendo».

Francesco Oliviero e Augusto Ferraiuolo

Rino della Corte presidente del Coordinamento: «In questo momento così drammatico abbiamo sentito il dovere morale, etico e civico, di dare il nostro contributo. Così questo spettacolo con 87 artisti casertani sarà un modo per abbracciare la comunità Ucraina casertana, ma anche per dare un segno di pace contro la guerra». «Oltre all’emergenza umanitaria – ha evidenziato don Vigliotta – c’è l’emergenza dell’accoglienza e sanitaria. L’evento del 2 aprile è un’occasione molto bella e va sostenuta». Quindi padre Igor: «Questa iniziativa degli artisti è davvero straordinaria prima di tutto per il popolo ucraino e poi per tutti gli artisti ucraini che non possono esibirsi. Molti sono stati uccisi dalle bombe. La vita continua e dobbiamo far sentire a tutto il mondo che la pace è la cosa più importante». Per Gianni Genovese produttore esecutivo dell’evento: «La musica così come l’arte in generale è sempre stata e sarà sempre veicolo di pace e di unità per le popolazioni». Quindi, gli interventi di Francesco Oliviero, Gino Licata, Ferdinando Ghidelli, Giò Vescovi, Roberta Sandias, Roberto Solofria. Nel corso dell’evento del 2 aprile il foyer del Teatro Comunale ospiterà un Salotto culturale con i contributi dei diversi artisti che si esibiranno sul palco. Un’occasione per lanciare un pensiero di pace e solidarietà ai fratelli ucraini.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9768 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

#domenicalmuseo, torna alla Reggia di Caserta il 7 maggio

-Torna il 7 maggio l’appuntamento con la Domenica al Museo, l’iniziativa del Ministero della Cultura che consente l’ingresso gratuito nei musei e nei parchi archeologici statali. La Reggia di Caserta

Attualità

Accesso al credito e fenomeni criminosi, il protocollo d’intesa

Redazione -Mercoledì 10 gennaio alle ore 10,30, presso l’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, Sala riunioni del Rettorato di Caserta, in viale Ellittico 31, Caserta, sarà sottoscritto il “Protocollo

Spettacolo

Capua, è qui la festa del Carnevale. La 137 esima edizione

Luigi Fusco – Capua e il Carnevale un binomio imprescindibile. Dall’antichità ad oggi, passando per frizzi, lazzi e canti carnascialeschi, la città sul Volturno mantiene fede alla celebrazione più amata,