Com’eri vestita, la mostra al Giordani sulla violenza di genere

Com’eri vestita, la mostra al Giordani sulla violenza di genere

Maria Beatrice Crisci

-L’Itis Giordani di Caserta guidato dalla dirigente Antonella Serpico si distingue costantemente per l’impegno su temi di grande attualità e discussione. Il tema del femminicidio è uno di questi. Non nasce dunque a caso l’evento di martedì 30 maggio, alle ore 10, presso il FutureLabs. Una mostra dal titolo “Com’eri vestita?” di Amnesty International, organizzata dall’associazione Cermes for Arte e Cultura di Cervino, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Fermi di Cervino. L’evento, dal titolo “Violenza di genere e stereotipi”, punterà i riflettori su uno dei fenomeni più subdoli che una donna sia costretta a subire: la vittimizzazione secondaria, ovvero la colpa per la violenza subita. “Com’eri vestita’” è, dunque, il monito che punta il dito, che sottolinea come – ancora nel 2023 – ci sia un modo d’essere, fatto di atteggiamenti precisi, di abbigliamento, di linguaggio, in cui il genere femminile deve rientrare, oltrepassando il quale rimane responsabile di quanto di più spiacevole gli possa capitare.

Il dibattito sarà aperto dalla dirigente del “Giordani” la professoressa Antonella Serpico. La preside, anche nel suo ruolo di componente della commissione Pari opportunità del Comune di Caserta, è da sempre molto attenta a tali argomenti promuovendone la discussione.

L’incontro vedrà la partecipazione del Sindaco di Caserta Carlo Marino, dell’assessore alla cultura Enzo Battarra, dei rappresentanti dei soggetti organizzatori della mostra, avv. Maria Rosaria Iaderosa, Dott.ssa Alessia Arena e la dirigente dell’IC Fermi Prof.ssa Anna Dello Buono. L’incontro sarà moderato dalla Prof.ssa Rita Raucci, presidente dell’Aps Collettivo Paula. Gli organizzatori sottolineano: «Sarà l’occasione per discutere ampiamente della radicata cultura stereotipata a danno del genere femminile e di quanto l’istituzione scolastica, per la sua imprescindibile responsabilità nella formazione delle coscienze, sia il centro di quella rivoluzione lenta e costante necessaria per porre in primo piano la persona, al di là dei generi, con i suoi diritti e le sue libertà».

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9768 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Webete e webetismo: l’ignoranza ai tempi di Internet

Nicla Mercurio* La lingua è un sistema vivo, che si trasforma nel tempo e si arricchisce in risposta alle necessità dei suoi parlanti. Sempre più numerosi sono i neologismi coniati

Primo piano

Ordine Medici al Belvedere, studenti a scuola di prevenzione

Maria Beatrice Crisci -L’Ordine provinciale dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri di Caserta continua nella campagna di sensibilizzazione rivolta ai giovani sulle Malattie Sessualmente Trasmesse. Così stamattina (sabato 4 maggio) l’Ordine

Primo piano

Sant’Antuono e la Festa della Pastellessa, tra fuochi e bottari

Luigi Fusco – Seppur in forma limitata e in osservanza delle prescrizioni anti-covid, tra sabato e domenica prossima, 16 e 17 gennaio, a Macerata Campania si svolgeranno le solennità in