Concorso Che Storia, doppio successo del Liceo Amaldi-Nevio

Concorso Che Storia, doppio successo del Liceo Amaldi-Nevio

Maria Beatrice Crisci

– Due classi sul podio per il liceo Amaldi-Nevio di Santa Maria Capua Vetere. A Roma presso l’Archivio Centrale di Stato si è svolta la cerimonia di premiazione di «Che Storia!», il concorso di scrittura a squadre per gli istituti di istruzione secondaria di secondo grado. Il primo premio è andato alla classe 3A del liceo scientifico e il terzo premio alla classe 4^A. Grande soddisfazione per la dirigente scolastica, la professoressa Rosaria Bernabei: «Questa è la scuola bella che vogliamo vedere realizzata: Facta non verba!». Il suo commento immediatamente dopo la bella notizia. Il concorso è promosso dall’Accademia dell’Arcadia, in collaborazione con la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, l’Istituto di storia dell’Europa mediterranea del Consiglio Nazionale delle Ricerche, l’Istituto storico italiano per l’età moderna e contemporanea e il Dipartimento di Scienze umane dell’Università degli studi dell’Aquila. La notizia della vittoria, primo e terzo premio, era arrivata nel mese di maggio, accolta con grandissima soddisfazione dai concorrenti, il gruppo di alunni dell’allora III A (Lorenzo Aiossa, Bartolomeo Amodio, Gabriella Arciprete, Martina Castaldi, Daniele De Gregorio, Giovanni Monaco, Elena Moscariello, Alessandro Patria, Letizia Noemi Stellato, Valentina Chiara Tammaro). Quindi, la ex IV A (Marica Abbate, Daniele Esposito, Alessia Marcello, Luca Martucci). L’entusiasmo ha contagiato l’intera comunità scolastica, particolarmente orgogliosi i professori che li hanno guidati in questa avventura. Con il professore Guglielmo De Maria, che ha lanciato la proposta ai ragazzi e ci ha fortemente creduto sin dal primo momento, le professoresse Marisa Gagliardi e Maria Tartaglione. I ragazzi della ex IV A hanno ritirato il terzo premio per la categoria Senior con il racconto «La banda del Matese». Luca Martucci ha parlato a nome di tutti motivando la scelta dell’argomento, il fallito tentativo anarchico del sammaritano Enrico Malatesta, e sottolineando la bellezza di questa esperienza. Quindi, gli studenti della ex III A che ha ricevuto il primo premio per il racconto «Così è germinato questo fiore…». Testo questo che ha proposto la figura di San Bernardo di Chiaravalle in un modo del tutto originale, attraverso la lettura di un quadro che diventa il perno di una narrazione storica che ingloba arte e filosofia. Nelle parole di saluto degli organizzatori l’invito a dare un seguito a questa bellissima esperienza.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8431 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Cultura 0 Comments

L’anno scorso a Caserta, strips in Reggia e lirica al Belvedere

Enzo Battarra – L’anno scorso a Caserta il 21 luglio. Nel 2018 sabato 21 luglio alle ore 18 negli Appartamenti Storici del Palazzo Reale si inaugurava “Gul: il cuore delle cose”, l’albo a

Cultura 0 Comments

Pompei, realizzati altri calchi di uomini morti durante la fuga

Maria Beatrice Crisci -«Questa scoperta importante dimostra che Pompei è importante nel mondo non solo per il numero di visitatori e turisti, ma perché è un luogo incredibile di ricerca,

Primo piano 0 Comments

Reggia di Caserta. Più visitatori a luglio. Felicori: Dati importanti per il monumento

(Redazione) – “Anche a luglio dati importanti per la Reggia mentre mi colpisce e mi commuove l’atmosfera di fiducia che c’è in città sul futuro del nostro complesso monumentale e

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply