Confartigianato. Sette i progetti Digital Innovation Hub

Confartigianato. Sette i progetti Digital Innovation Hub

-Sette progetti di sviluppo tecnologico nei settori ferroviario, industriale e medico con un unico comune denominatore: la stretta collaborazione con il Digital Innovation Hub, la struttura di Confartigianato Imprese Caserta che ha il compito di accelerare le competenze e le energie positive del territorio, supportando il tessuto produttivo campano con iniziative specifiche.

I risultati di questa collaborazione con 11 imprese campane, nata nell’ambito del bando POR FESR 2014-2020 della Regione Campania (Asse 3 OS 3.21, Azione 3.1.1), saranno presentati domani mattina nell’ambito del D.I.B.T. (Digital Innovation for Business Transformation) Spotlight organizzata in collaborazione con la Camera di Commercio di Caserta nell’ambito delle attività del PID (Punto di impresa Digitale).

L’evento (Start ore 11 presso la Sala Multimediale della Camera di Commercio di Caserta in via Roma) vedrà la partecipazione del presidente della Camera di Commercio di Caserta Tommaso De Simone, del segretario di Confartigianato Imprese Caserta Luca Pietroluongo, dei professori Laura Castaldi e Diego Matricano (Università degli Studi della Campania Vanvitelli) e Andrea Cusano (Università del Sannio), del CEO di FareImpresa Ferdinando del Rosso e di Marco Guarino della Direzione CeRICT (il centro regionale Information Communication e Technology). Coordinerà i lavori Antonio Salvati, responsabile del Digital Innovation Hub di Confartigianato Caserta.

In questa cornice saranno presentati, dai responsabili delle aziende sviluppatrici, i sette progetti supportati dal Digital Innovation Hub: il progetto Safe Rail (aziende OptoSmart, Cosmind e Intelligentia), un sistema di monitoraggio e diagnostica dei treni in transito durante il loro normale esercizio ferroviario. Il progetto CM 4.0 (aziende EOS, Maxfon e 3Em) che risponde al tema della manutenzione nella fabbrica 4.0. Il progetto C.A.M.PO (Clinica Assistenziale Mobile POliambulatoriale) dell’azienda Beyond che rafforza i processi sociosanitari attraverso l’uso della tecnologia. Il Dispositivo Medico Wearable per la TeleAssistenza e la Riabilitazione (DMW TeleAR dell’azienda Contrader), un medical device basato su sensori usato nel trattamento di patologie d’interesse ortopedico in telemedicina. L’azienda Mantid, invece, ha realizzato il progetto Clinical Risk identification Software Management (CriSM) che gestisce il blocco operatorio con la tracciabilità del paziente. L’azienda NG Med, invece, presenterà il progetto PeriCaM, un kit diagnostico per migliorare prognosi e orientamento terapeutico in pazienti con carcinoma mammario. Gesan, infine, ha sviluppato il progetto TrackInf, una soluzione software per la sorveglianza delle malattie infettive.  

Tutte le specifiche del progetto, le interviste agli ideatori e agli sviluppatori e le applicazioni pratiche sono  ospitate in una sezione specifica del sito web del Digital Innovation Hub di Confartigianato Caserta (https://digitalinnovationhub.ce.it/collaborazioni/)

Comunicato stampa

About author

You might also like

Cultura

Capua celebra la Giornata internazionale dello Yoga, è il 21 giugno

Luigi Fusco -Sessione aperta di yoga a Capua nell’ambito della “Giornata Internazionale dello Yoga” prevista per venerdì 21 giugno. A partire dalle 19:00, nei pressi del Ponte sui Fossati, la

Primo piano

A Roma l’Assemblea Nazionale di Lab Dem. Gianni Pittella interviene da leader europeo

Doveva essere un incontro di intensa ma normale amministrazione l’Assemblea Nazionale di Laboratorio Democratico convocata presso i locali della Direzione Nazionale  del Pd in via San Andrea delle Fratte a

Primo piano

Comfort zone, quell’anglicismo che indica piacevole benessere

Emanuela Ammendola (Università di Napoli Parthenope) – Il sempre più frequente uso di anglicismi nella lingua italiana è un argomento di dibattito sempre acceso tra i linguisti che si interrogano