Confcommercio Caserta. Chiusura locali. Iannotta: Problema enorme per i commercianti

Confcommercio Caserta. Chiusura locali. Iannotta: Problema enorme per i commercianti

Dovranno restare chiusi per cinque giorni, perdendo l’occasione di questo fine settimana per rilanciare l’economia del capoluogo. Questa la sanzione accessoria per gli oltre 40 locali che a novembre scorso sono stati multati dall’amministrazione di Caserta per occupazione abusiva del suolo pubblico. Ora, pur avendo regolarizzato la propria posizione, pagando il verbale e ristabilendo le dovute autorizzazioni, nei giorni scorsi gli esercizi hanno ricevuto la notifica della sanzione da parte della polizia municipale. La chiusura di cinque giorni, sanzione accessoria secondo l’art. 3 c. 16 legge 94/2009, interesserà un primo gruppo di commercianti (circa 13) che dalla giornata di ieri hanno dovuto abbassare le saracinesche, che verranno riaperte soltanto mercoledì prossimo. A scaglioni, verranno chiusi anche gli altri dei 46 esercizi sanzionati. Il provvedimento segue l’ordinamento numero 53 del 4/11/2015. A farsi carico della problematica dei commercianti è la Confcommercio di Caserta.

“Un provvedimento che è stato gestito malissimo dalle autorità – denuncia il presidente della Confcommercio di Caserta Stefano Iannotta. E’ giusto che ci sia una sanzione laddove il commerciante sbaglia, ma bisogna sapere punire senza ledere in alcun modo l’economia della città”. La chiusura di questi esercizi (molti dei quali al centro storico di Caserta, su via Roma, e nelle zone limitrofe alla Reggia) “comporta non pochi problemi ai commercianti come ai turisti che, uscendo dalla Reggia, potrebbero trovarsi di fronte molte saracinesche abbassate”, soprattutto, “in un fine settimana come questo che se da un lato con la Festa delle Mamma si presenta l’occasione di uscita in strada delle famiglie, dall’altro, si tratta di un momento importante per la città, con la chiusura delle liste elettorali in vista del confronto politico dei candidati”.

“E’ sicuramente un momento inopportuno per creare un disservizio alla città – continua ancora Iannotta -. E’ una sanzione che ha aspettato sei mesi per essere attuata: si poteva creare un confronto con commercianti e sigle sindacali per trovare una soluzione. In un momento come questo in cui tutte le parti stanno lavorando per il rilancio economico e turistico di Caserta, far chiudere gli esercizi in un fine settimana importante vuol dire perdere l’ennesima opportunità per dare una boccata d’ossigeno ad una economia già in ginocchio”.

Fonte: Comunicato stampa

 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7483 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Editoriale 0 Comments

A Roma l’Assemblea Nazionale di Lab Dem. Gianni Pittella interviene da leader europeo

Doveva essere un incontro di intensa ma normale amministrazione l’Assemblea Nazionale di Laboratorio Democratico convocata presso i locali della Direzione Nazionale  del Pd in via San Andrea delle Fratte a

Primo piano 0 Comments

Settembre al Borgo, si dà voce ai classici nelle lingue originali

Claudio Sacco – Nella chiesa dell’Annunziata, luogo dell’anima della letteratura per tutto il Settembre al Borgo 2018 con il ciclo «Il Sud non è magia», è andato in scena il

Primo piano 0 Comments

Poeti a Secondigliano. Un premio va a Gallo, ritira Ciambriello

Luigi D’Ambra – È stato Samuele Ciambriello, giornalista e docente, promotore dell’iniziativa “Lettura libera” nei carceri napoletani con l’associazione La Mansarda a ritirare il premio letterario “Una città che scrive”

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply