Covid-19 e medici, lettera aperta della presidente Bottiglieri

Covid-19 e medici, lettera aperta della presidente Bottiglieri

Maria Beatrice Crisci – «21 febbraio 2020 – 21 marzo 2020. È trascorso un mese e stiamo combattendo una guerra che sembra non finire con tante, troppe vittime. Quando e se finirà tutto ciò, lascerà una ferita profonda in ognuno di noi che non so se potrà mai guarire». Così esordisce la presidente dell’Ordine dei Medici di Caserta Maria Erminia Bottiglieri. E continua:«Siamo tutti profondamente provati da quanto sta accadendo ma non ci possiamo fermare a piangere, dobbiamo continuare a lavorare, a trovare soluzioni che possano arginare questa ecatombe. I Professionisti della Sanità sono stremati, spesso in lacrime per i tanti pazienti che muoiono, stanno facendo l’impossibile, una corsa contro il tempo… ma hanno i mezzi sufficienti per lottare? Purtroppo no… Basta leggere i tanti comunicati del Presidente della FNOMCeO Filippo Anelli, sulla problematica dei dispositivi di sicurezza che fanno capire come stiamo lavorando. Mi confronto spesso con i colleghi Presidenti di tutta Italia e ascolto le loro testimonianze drammatiche, in particolare quelle dei colleghi delle regioni più colpite, che parlano con un sentimento misto di rabbia e dolore, con le lacrime agli occhi per la perdita di tanti amici e medici.  

Nella mia mente, che non può riposare, si susseguono domande e riflessioni: sono sufficienti le restrizioni adottate dal Governo? Senz’altro sono indispensabili e tutti i cittadini debbono rispettarle in maniera categorica rimanendo a casa, ma guadando il modello cinese forse si potrebbe fare qualcosa in più e mi riferisco ai medici che lavorano negli ospedali COVID, negli ospedali in genere, ai cittadini che devono essere posti in quarantena / isolamento e che, a mio avviso, dovrebbero stare in luoghi diversi (esempio alberghi, strutture militari) e non convivere con i loro familiari.

Altra considerazione è relativa alla possibilità di eseguire tamponi al personale sanitario in maniera periodica e non isolata perché in tale caso non avrebbe senso. È utile? Senz’altro sì, perché ci consentirebbe di individuare i positivi. E cosa fare? In attesa di esito, li possiamo isolare o devono continuare a lavorare come previsto dal Decreto?

Abbiamo tamponi sufficienti per screenare anche tutto il personale sanitario? Abbiamo un numero idoneo di laboratori che possano leggere tanti tamponi in tempi brevi? Un ultimo quesito è relativo alla carenza di medici specialisti. Da quanto tempo si sta chiedendo a voce alta di non aumentare il numero di iscrizioni a Medicina ma il numero di posti di specializzazione? Richiesta non ancora evasa e ora ci si accorge che servono medici specialisti con urgenza!

Come vedete ancora tante, troppe domande cui spero di trovare risposta in tempi brevi,  prima che tanti medici continuino a morire lasciando senza assistenza i cittadini italiani».

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8264 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità 0 Comments

Antimo Cesaro, “La mozzarella ambasciatrice culturale”

“Oggi abbiamo avuto la conferma che la Mozzarella DOP non solo rappresenta un’eccellenza alimentare riconosciuta universalmente, ma può anche essere portata ad esempio quale prodotto controllato e certificato in tutte

Spettacolo 0 Comments

Je sto Vicino a te, al Palapartenope memorial a Pino Daniele

Emanuele Ventriglia -Il 19 Marzo alle ore 21, presso il Teatro Palapartenope, torna «Je sto Vicino a te», il memorial dedicato a Pino Daniele. Un appuntamento che ogni anno, dalla

Primo piano 0 Comments

Salvatore de Curtis, l’arte nella Casina Vanvitelliana al Fusaro

Luigi Fusco – Si rinnova l’appuntamento con l’arte contemporanea presso la Casina Vanvitelliana di Bacoli. Nella storica “casina di caccia” dei Borbone, realizzata da Carlo Vanvitelli, verrà inaugurata sabato 5

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply