De Matteo alla Brace, qui l’Azzardo è in tavola come antipasto

De Matteo alla Brace, qui l’Azzardo è in tavola come antipasto

Umberto e Daniele de Matteo

Si chiama “l’Azzardo” perché rappresenta un vero e proprio azzardo il cannolo creato da Daniele de Matteo che da oltre un anno guida insieme a suo fratello Umberto la nota Braceria che porta il loro cognome situata a Maddaloni, in via Mastrantuono. Un connubio di grande equilibrio, dove troviamo una delle ricette tipiche partenopee, la genovese avvolta dal calore e dai profumi siciliani della sfoglia del cannolo e dal cioccolato fondente di Modica.

La Campania e la Sicilia che si uniscono in un abbraccio creativo e gustoso: il piatto che resiste a tutte le stagioni sempre in carta anche nel prossimo menù “Autunno/Inverno” della “Braceria de Matteo”. Una creazione destinata a diventare “storica”, in quanto, non potrà mai mancare perchè segna l’identikit del cuoco ed è nel Dna della braceria oltre ad essere ciò che i clienti più curiosi chiedono e ordinano.

“È una felice intuizione nata dalla voglia di creare qualcosa di nuovo sposando quella che è la nostra filosofia di lavoro che vede l’incontro tra innovazione e tradizione – racconta  il macellaio-bracista  Daniele de Matteo – esplorando e sperimentando  siamo arrivati alla ricetta ideale che oggi  rappresenta uno dei nostri piatti ‘simbolo’,  identitari”.

La sfoglia del cannolo fragrante e croccante, il ripieno di genovese realizzato come vuole la tradizione e la cremosità del cioccolato fondente sciolto, rendono questa preparazione davvero unica.

“Riproporlo – conclude – non può che essere un piacere, perché per noi non esiste soddisfazione più grande del sapere che i nostri piatti siano apprezzati e durino nel tempo. Anche se siamo giovani e abbiamo molta strada da fare, quando gli habitués della nostra Braceria lo richiedono,  ci sentiamo molti gratificati”.

L’Azzardo è un antipasto ma molti lo preferiscono anche per chiudere il pasto dopo aver provato qualche taglio di carne alla brace o marinato dell’ampia selezione di carni nazionali, estere e filetti esotici.

“Con l’apertura di questa braceria abbiamo coronato il nostro sogno – ci spiega – e il nostro obiettivo è portare l’attenzione dei buongustai della carne a Maddaloni, stiamo lavorando duro, specie in questo periodo poco favorevole per tutti e, speriamo tanto che i sacrifici ci porteranno dei buoni frutti”.

Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 6802 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Comunicati

Violenza di genere, patto tra consigliera di parità e sindacati

Un Protocollo contro la violenza di Genere. L’iniziativa parte dal coronamento di un lungo percorso unitario, CGIL CISL e UIL di Caserta, di concerto con la Consigliera di Parità della

Food

San Nicola la Strada, è una festa quando il pane va a canestro!

Pietro Battarra  – La Festa del Pane Canestrato a San Nicola la Strada è arrivata alla sua dodicesima edizione. Lunedì 17 giugno alle ore 11.30 all’Enoteca provinciale in Via Battisti,

Primo piano

Coldiretti Caserta. Ecco i primi agrichef o cuochi della terra

Maria Beatrice Crisci – Eulalia Parillo dell’agriturismo Le Campestre di Castel di Sasso, Gennaro Granata dell’agriturismo Al Centimolo di Caianello e Mimmo Testa Temi di Terra di Caiazzo. Sono loro

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply