Disability Day alla Vanvitelli, ok il centro ateneo per inclusione

Disability Day alla Vanvitelli, ok il centro ateneo per inclusione

Pietro Battarra

– È oggi la Giornata internazionale delle persone con disabilità. È una ricorrenza annuale delle Nazioni Unite ed è stata istituita dall’Assemblea generale nel 1992, da allora viene celebrata ogni anno. Questa Giornata ha lo scopo di aumentare la consapevolezza dei problemi della disabilità e mobilitare il sostegno per il benessere, i diritti e la dignità delle persone che vivono questa situazione. E’ questa un’occasione per fare il punto sulle attività organizzate dall’Ateneo per gli studenti diversamente abili.
Vasco D’Agnese, docente di Pedagogia generale e sociale e e delegato di Ateneo alla Disabilità ricorda: «E’ da diversi anni che l’Ateneo è impegnato sul fronte delle attività per la disabilità, offrendo servizi personalizzati volti al miglioramento delle qualità di vita universitaria per studentesse e studenti che sperimentano una condizione di limitazione nella partecipazione alle attività accademiche. Accogliendo, orientando, supportando. E prevenendo e rimuovendo, in tal modo, le cause che possano ostacolare la realizzazione del loro percorso formativo. Ma vediamo nel dettaglio.
Attraverso un colloquio conoscitivo e l’utilizzo dell’ICF (International Classification of Functioning, Disability and Health), vengono analizzate le condizioni che contribuiscono a determinare le difficoltà nella partecipazione alla vita universitaria di studentesse e studenti diversamente abili. Sulla base degli elementi analizzati – individuali e contestuali – viene stilato un progetto di intervento personalizzato, proponendo attività, ausili e servizi finalizzati a rimuovere o ridimensionare le condizioni ostacolanti e a favorire la predisposizione di ambienti di apprendimento accessibili.
Ogni progetto è seguito e monitorato da un Case Manager, individuato tra le operatrici del Centro di Ateneo per l’Inclusione (CID) ed è condiviso con il delegato del Dipartimento cui lo studente afferisce, per essere tarato in coerenza con gli obiettivi formativi del singolo corso di laurea».
Va detto infine che sono diversi i servizi e gli strumenti utilizzati dall’Ateneo per raggiungere questi obiettivi.

About author

Pietro Battarra
Pietro Battarra 71 posts

Pietro Battarra, giornalista pubblicista. Iscritto a Scienze delle Comunicazioni Università Suor Orsola Benincasa Napoli, si interessa in particolare di cultura e fenomeni sociali. La sua passione sono la moda e il fitness. Ha iniziato giovanissimo a sfilare per marchi come Dolce&Gabbana, Trussardi, Hogan, Roberto Cavalli, Alcott, MSGM, Minimal ed è stato protagonista di shooting fotografici e cataloghi per importanti campagne pubblicitarie. Dall’esperienza a New York a quella in Cina, nei suoi progetti c’è quello di occuparsi di marketing e comunicazione.

You might also like

Primo piano

Caserta, tutto pronto per Colorito: Siamo quello che mangiamo

Domani mercoledì 6 luglio 2016 alle ore 10:30, sarà presentato alla stampa “Colorito”, lo spazio innovativo pensato per coloro che conoscono ed amano quello che mangiano destinato alla produzione, alla

Attualità

Terremoto. Salvi i tre fratellini. D’Amelio: plauso ai soccorsi

Claudio Sacco – “Il salvataggio dei tre fratellini finiti sotto le macerie a Casamicciola rappresenta l’ennesimo miracolo dell’impegno e dell’abnegazione dei soccorritori ai quali la Campania e l’Italia sono grate e

Primo piano

Caserta è pronta a collaborare con l’Uzbekistan

(Maria Beatrice Crisci) – “012Factory accoglie la sfida lanciata dal consigliere d’Ambasciata dell’Uzbekistan Rustan Kayumon in chiave di cooperazione internazionale ed esprime la volontà di esportare il proprio modello di

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply