Donne Medico, all’Ordine la storia sanitaria vista al femminile

Donne Medico, all’Ordine la storia sanitaria vista al femminile

Maria Beatrice Crisci

– «Storia della Medicina al femminile. Le donne protagoniste nel mondo della scienza e della salute». Se ne è parlato all’Ordine dei Medici di Caserta per iniziativa dell’AIDM, l’Associazione Italiana Donne Medico, sezione di Caserta.

A fare gli onori di casa la Presidente dell’Ordine Maria Erminia Bottiglieri: «Riprendiamo le attività rispettando la normativa relativa alla prevenzione della diffusione del contagio da COVID-19 con un numero ridotto di partecipanti per rispettare il distanziamento sociale e le mascherine. Non possiamo ancora aspettare che tutto ritorni alla “normalità” perché sappiano bene che ci vorrà del tempo e dobbiamo imparare a organizzarci. Personalmente non amo molto gli eventi on line, anche se sto partecipando a diverse manifestazioni, perché li ritegno “freddi” e il dibattito, il confronto non è mai sentito e animato come dal vivo. Preferisco così rinunciare a manifestazioni con grandi numeri di partecipanti ma avere la possibilità di “guardare” negli occhi chi parla. L’evento di oggi è stato veramente interessante, stimolante per le numerose testimonianze ascoltate non solo dai relatori ma anche delle altre colleghe intervenute. Il problema della femminilizzazione è molto sentito e noi donne medico dobbiamo essere unite, determinate, costanti, svolgere il lavoro con passione per riuscire a raggiungere i meritati traguardi».

A presentare l’evento Anna Tarabuso: «Come AIDM abbiamo fortemente voluto questo evento che contribuisce a tenere accesi i riflettori sul ruolo della donna medico oggi. Finalmente assistiamo a una sempre maggiore affermazione delle donne in specializzazioni a noi storicamente precluse. Con il convegno di oggi abbiamo messo un altro tassello nell’impegno quotidiano dell’Associazione e di tutte le socie per la medicina al femminile. A loro va il mio ringraziamento».

Interessante e molto appassionato l’intervento del professore Florindo Di Monaco, storico e docente, sul tema «Camici rosa: Storia della Medicina al Femminile».  Le sue parole: «C’è una storia della medicina tutta da scoprire e tutta da riscrivere, che vede le donne protagoniste nel mondo dell’igiene, della salute e della ricerca. Oggi le donne medico sono statisticamente di più dei colleghi maschi. Una differenza che si acuisce di anno in anno. Le prime donne, le pioniere che hanno intrapreso la carriera medica con molta difficoltà, hanno aperto la strada alle tante che le hanno seguite. Vero è che oggi le donne sono una buona parte dei nuovi ingressi nel mercato del lavoro sanitario, tuttavia persistono ancora delle significative differenze di genere. Discriminazioni nel modo di intendere e vivere la medicina e soprattutto nei posti di prestigio e di responsabilità».

A seguire gli interventi di Alessandra Alfieri, responsabile dell’Unità Operativa Semplice di Chirurgia vertebro-midollare dell’Azienda Ospedaliera di Caserta “Sant’Anna e San Sebastiano”, e di Filomena Casella, dirigente medico dell’Unità Operativa Complessa di Medicina legale sempre del nosocomio casertano. È intervenuta anche Laura Leoncini, direttrice sanitaria dell’Ospedale di Marcianise, e tante altre colleghe di varie età che hanno parlato della loro esperienza universitaria e lavorativa.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 6136 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Covid 19. Regione, piano economico. Commercialisti: proposte non recepite

«Ringraziamo i rappresentanti della Regione Campania per l’attenzione riservata nei confronti dei commercialisti, purtroppo dobbiamo constatare che i fatti non sono andati come speravamo e come erano stati presentati. Non

Primo piano

Room Service, la street art è entrata nella Reggia di Caserta

Maria Beatrice Crisci – Ore 12 conferenza stampa, alle 17 l’opening. Si inaugura mercoledì 6 settembre nelle retrostanze della Reggia di Caserta la collettiva di street art Room Service, curata

Primo piano

Cultura d’impresa e supporto gratis alle startup, ecco l’intesa

Claudio Sacco – “Per noi questo è un punto di partenza importante e l’intenzione è di allargarlo anche alle altre categorie come Confindustria e Camera di Commercio, ma anche alle

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply