E la Reggia va! Boom nel mese di agosto con 80 mila presenze

E la Reggia va! Boom nel mese di agosto con 80 mila presenze

Luigi Fusco

-Sono stati quasi 80.000 i visitatori che lo scorso agosto si sono recati alla Reggia di Caserta.  Un bilancio positivo per il plesso vanvitelliano, considerati gli accessi contingentati a causa dell’emergenza covid. Il successo di pubblico dell’ultimo mese estivo ha, inoltre, confermato il trend positivo delle affluenze che è stato già registrato nei mesi di giugno e luglio. A varcare il cancello del palazzo reale sono stati soprattutto molti italiani, ma non sono mancate presenze straniere.

Snocciolando i numeri, più di 46mila sono state le persone che hanno scelto l’intero tour del museo, visitando gli Appartamenti Storici, il Parco all’Italiana e il Giardino all’Inglese. Quasi quotidianamente ed in tutte le fasce orarie sono andati esauriti i biglietti completi, in virtù delle limitazioni numeriche degli ingressi introdotte per garantire la sicurezza del personale e del pubblico. Notevoli sono stati, poi, le presenze per le visite serali, con più di 3000 titoli emessi, che hanno riguardato il solo piano nobile. Circa 20mila persone hanno, invece, acquistato il ticket per i soli giardini, suddivisi tra il Parco Reale, il Bosco Vecchio e il Giardino all’Inglese.

Anche i giovani e i giovanissimi hanno apprezzato la Reggia. Il numero della loro affluenza è stimato intorno alle 7mila unità. Per lo più sono accorsi ragazzi aventi un’età compresa tra i 18 e i 24 anni. In migliaia sono stati pure i bambini in visita insieme ai propri familiari nel corso delle loro vacanze estive. Complessivamente, il numero dei visitatori è cresciuto rispetto all’estate dello scorso anno. Difatti, quest’anno sono stati 170mila a fronte dei 158mila del 2020. Tale successo è da attribuire principalmente all’impegno che è stato profuso dall’intero istituto museale che, al momento, vive una condizione particolarmente difficile per la grave carenza di personale in relazione ai cambiamenti in atto.  L’obiettivo, stabilito durante il lungo periodo di chiusura della Reggia, è legato al processo di valorizzazione dell’intera struttura in relazione ai nuovi standard di qualità.  In merito, sono stati avviati importanti progetti riguardanti la sicurezza, con il nuovo sistema di videosorveglianza integrata, la riorganizzazione e informatizzazione dei punti di accesso, il riadeguamento dei servizi igienici, la ridefinizione delle aree destinate all’accoglienza, la ristrutturazione dei viali del parco e l’ampliamento dell’offerta dei servizi.

“Voglio ringraziare chi lavora per rendere la Reggia di Caserta un luogo sempre più accogliente” – ha affermato il direttore generale Tiziana Maffei. “Una strada in salita – ha aggiunto – in considerazione della responsabilità di utilizzare al meglio i finanziamenti assegnati e della necessità di procedere con la massima rapidità ad una gestione ordinaria basata sulla conservazione programmata e sull’ampliamento delle esperienze culturali nelle quali fondere conoscenza e stupore”. La stessa Maffei ha, infine, espresso “grande soddisfazione per i risultati raggiunti, il cui merito è del lavoro di squadra portato avanti, certa che il futuro riservi alla Reggia di Caserta grandi successi”.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 377 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Attualità 0 Comments

Spreco alimentare, il Rotary Club Caserta Reggia nelle scuole

Claudio Sacco – Il Rotary Club Caserta Reggia di cui è presidente Roberto Mannella ha presentato il progetto sullo spreco alimentare, ovvero il fenomeno della perdita di cibo ancora buono per

Spettacolo 0 Comments

Napoli Teatro Festival, in scena Nella solitudine dei campi di cotone

Claudio Sacco -Continua oggi lunedì 6 luglio con la prima assoluta di Nella solitudine dei campi di cotone di Bernard-Marie Koltès, con Federica Rosellini e Lino Musella, per la regia di Andrea De Rosa, la tredicesima edizione del Napoli Teatro

Che Storia! Il Baby Picnic Day sarà all’Escargo’ Garden

Maria Beatrice Crisci Tutti pronti per la Giornata internazionale del picnic? E’ domani! Sarà l’occasione migliore per portare i bambini all’aperto per una mattinata di sane attività formative a contatto con

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply