E’ settembre. Casertavecchia si trasforma in un borgo di libri

E’ settembre. Casertavecchia si trasforma in un borgo di libri

-Al via venerdì 3 settembre a Casertavecchia – dopo il successo dell’anteprima il 28 agosto, con la mostra dibattito di Patrizia Posillipo – «Un Borgo di Libri», ideato da Luigi Ferraiuolo. La manifestazione è stata dedicata al giovane Gennaro Leone, ucciso a morte da una coltellata di un coetaneo, d’accordo con il sindaco Carlo Marino: «Mentre noi lavoriamo per rendere più bello e accogliente il nostro Borgo – la comunità recintata di pietra da cui prende origine la nostra “casa comune” – una giovane vita è stata spezzata e annullata nel frastuono della movida. Ci sarà chi chiede ordine, chi professa parole di perdono, chi vendetta, chi penserà che è normale nell’«impazzimento» di questi anni: in cui nonostante la storia accumulata non abbiamo saputo difendere la nostra anima dalla pandemia, come dalla peste nei secoli passati. Noi ci auguriamo che tutti capiscano che la sola salvezza da questa follia è la cultura: raccontata come storie, emozioni, sapere, viaggi, poesia, immagini e cinema e tutto ciò che ci rende belli dentro; e la fede: in Dio o nel prossimo». Il festival dei libri e della cultura in genere di Casertavecchia ha come tema quest’anno l’immagine simbolica dello «Spacciatori di Libri», un tema evocativo e contraddittorio: «lo spacciatore è un male di per sé nella mentalità di oggi – spiega Luigi Ferraiuolo – ma quello che spaccia libri in realtà fa bene. Lo avevamo scelto già nella scorsa primavera, con la finalità di combattere l’alienazione dalla vita, soprattutto dei giovani. E’ diventato di drammatica attualità, ne avremmo fatto volentieri a meno. Spacciare libri – aggiunge l’ideatore Luigi Ferraiuolo – significa combattere le dipendenze da ogni idea insulsa, favorire la schiena dritta, viaggiare nel mondo, e in definitiva combattere la violenza. E’ il motivo per cui abbiamo scelto di dedicare subito il festival al giovane Gennaro Leone».

Ecco allora gli appuntamenti. Si parte Venerdì 3 settembre. Cattedrale Casertavecchia Ore 20. «L’omicidio Attanasio: morte di un ambasciatore». L’autore Matteo Giusti, giornalista «Limes»; dialoga con l’Ambasciatore Giuseppe Mistretta, Direttore centrale della Farnesina con delega per l’Africa; Francesco Eriberto D’Ippolito, Direttore Dipartimento Scienze Politiche Università Luigi Vanvitelli; Michele Lanna, docente comunicazione politica e sociale Università Luigi Vanvitelli. Modera Antonio Casaccio, «Magazine Informare» Ore 21 «La vendetta del boss: l’omicidio di Giuseppe Salvia» Federico Cafiero de Raho, Procuratore nazionale Antimafia e Antiterrorismo dialoga con l’autore Antonio Mattone e Don Nicola Buffolano, parroco protocattedrale di Caserta; con una testimonianza di Antonino salvia, figlio di Giuseppe. Modera Claudio Coluzzi, giornalista il Mattino. Sabato 4 settembre in Piazza del Duomo ore 19 «Come delfini tra pescecani. Il noir franco italiano» Francois Morlupi dialoga con Mauro Desiderio, ingegnere; e Antonia Golino, architetto. Modera Ornella Mincione, giornalista Il Mattino. Ore 20  «I prigionieri» Giuseppe Taliercio Pierluigi Vito, saggista; dialoga con Claudio Del Vecchio, Segreteria provinciale Fnp Cisl Caserta. Modera Antonio Arricale, giornalista. Ore 21 «La processione dei fantasmi» Gianluca Lioni dialoga con Arianna Quarantotto, docente Liceo Armando Diaz Caserta e Renato Iaselli, avvocato. Modera Lidia Luberto, giornalista Il Mattino. Domenica 5 settembre Piazza Duomo Ore 19 «Loro di Caserta». Ignazio Senatore dialoga con Alessandro Ciambrone, architetto; Giuseppe Nuzzo, regista; Rossana Ferraro, avvocato. Modera Franco Tontoli, giornalista Il Mattino, ore 20 «Cercando Beethoven». Saverio Simonelli dialoga con Pietro Condorelli, Docente conservatorio di San Pietro a Majella di chitarra jazz e improvvisazione; e Filippo Morace, bass baritone. Modera Antonio Luisé, giornalista Primarete Stereo ore 21 «La Divina Commedia in Napoletano», con Marilena Lucente, Roberto Solofria e Ilaria Delli Paoli. Musiche Paky Di Maio.

Mercoledì 8 settembre Piazza Duomo Ore 19 «I miei occhi raccontano: 1981 /2021» Ciro Santangelo dialoga con Emiliano Casale, Assessore ai Grandi Eventi del Comune di Caserta; ed Enzo Battarra, critico d’arte. Modera Luigi Fusco, giornalista. Ore 20 «Quel Posto a me precluso/ Corpo di pane» Elisa Ruotolo, scrittrice e poetessa; dialoga con Nicoletta Alaia, critica letteraria.

Giovedì 9 settembre Piazza del Duomo Ore 19 «Luigi Vanvitelli e la bellezza di Caserta. Libri a confronto» Giuseppe De Nitto, storico; e Lidia Falcone, archeologa; dialogano con Vittorio Pisanti, giornalista. Ore 20 «Il lavoro che ci salverà» Marco Bentivogli dialoga con don Tonino Palmese, Presidente Fondazione Polis e docente Teologia alla Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale. Modera Silvia De Santis, giornalista «Di Martedì».

Venerdì 10 settembre Piazza del Duomo Ore 19 «La Materia Trasparente» Giorgio Agnisola, critico d’arte «Avvenire»; dialoga con Maria Adele Del Vecchio, artista; e Maria Carmela Masi, storica dell’arte. Modera: Maria Teresa Perrotta, giornalista «Cronache di Caserta» Ore 20 «L’Utile Idiota» Antimo Cesaro dialoga con Marianna Pignata, docente Storia del Diritto Italiano Università Luigi Vanvitelli; e Antonio Tisci, Vice Direttore Dipartimento Scienze Politiche Università Luigi vanvitelli.

Sabato 11 settembre Piazza del Duomo  Ore 18 «Lo sguardo Altrove produce Incastri Imperfetti» Antonia D’Oria e Ludovica Russo dialogano con Martina Onofrio, giornalista ore 19 «Ekatomere: Decameroni contemporanei» Gli autori Paolo Miggiano, Alessia Guerriero, Michele J.Ciervo, Daniela Volpecina dialogano ore 20 «Malinconico tutta la vita» Diego De Silva dialoga con Francesco Della Calce, critico cinematografico; Luca Gallone, attore serie «Avvocato Malinconico». In collaborazione con «Mitreo Film Festival». 0re 22 B&B Conte Spencer «Bibliomanzia romantica sotto le stelle»: alla scoperta dei libri a voce naturale e su di un prato, protetti solo da un plaid. In collaborazione con il movimento «In tutto… Liber».

Domenica 12 settembre Apelibro, Terrazza Panoramica Da Teresa Ore 18 «La cucina di Giovan Battista Basile»  Manuela Piancastelli, saggista; dialoga con Sandro Manna, Slow Food Caserta; e Lidia Luberto, giornalista In collaborazione con Slow Food Caserta Piazza del Duomo ore 19 «La leggenda del Malombra» Vincenzo Sacco dialoga con Lucia Di Bello, avvocato; e Michele Di Fraia, avvocato. Modera Giulia Della Cioppa, giornalista ore 20 «Dostoevskijeide» Lectio scenica in onore di Fëdor Dostoevskij da una idea di Luigi Ferraiuolo, in collaborazione con Università Orientale e Università Luigi Vanvitelli. Michela Venditti, docente di Letteratura Russa all’Università Orientale di Napoli, racconta il suo Dostoevskij; insieme con Bella Takushinova, lettore di madrelingua russa dell’Università Luigi Vanvitelli; e alcuni studenti. Modera la giornalista Martina Orecchio. Ore 23 Boutique Hotel Palazzo dei Vescovi / Piazza Del Duomo «Baudelaire da Camera» o « Les trois chambres de Baudelaire» Azione scenica in ricordo del bicentenario della nascita di Baudelaire e di Giovannella Fusco Girard, maestra di francese e di Baudelaire, da una idea di Luigi Ferraiuolo. Direzione e scrittura Maria Pia Dell’Omo con la consulenza di Serena De Luca Bosso. Con la partecipazione di Ludovica e Martina Semente, Carolina Iazzetta, Fabiana Errico e Davide Volpe In collaborazione con Dottorato di ricerca in Eurolinguaggi e Terminologie Specialistiche, Dipartimento di  Studi  Economici e Giuridici, Università degli Studi di Napoli “Parthenope” e SIDEF- Società Italiana dei Francesisti (Si svolge in camere d’albergo ed è riservato a un pubblico ristretto). In ricordo del bicentenario della nascita di Baudelaire e in memoria di Giovannella Fusco Girard, compianta docente presso l’università degli Studi di Napoli L’Orientale e specialista di Baudelaire.

Alle ore 24 «Arrivederci al 2022» Djset «minuscolo». Festa di saluto alla prossima edizione. Storie del Borgo Il Castello e il borgo incantato di Casertavecchia Castello di Caserta Antica Varco Via Torre Ore 18/19 (eccetto domenica). Ogni Giorno, visita del Castello a cura dei bambini della Biblioteca Tifatina

Mostre: Mostra Fotografica Africa del Nord di Patrizia Posillipo – Cattedrale. Mostra Fotografica Contest 2020 – Boutique Hotel Palazzo dei Vescovi. Mostra «Immagini di Un Borgo di Libri» – Eremo San Vitaliano, Casola di Caserta

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7501 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Editoriale 0 Comments

Il fico di San Pietro, un dolce fiore da gustare come un frutto

Marcellino Monda – Lo sapevate che noi mangiamo non già i frutti dell’albero di fico, ma i fiori? Le piante di fico si distinguono in esemplari femmine ed esemplari maschi;

Attualità 0 Comments

Sanità privata. AISA: il Commissario smentisce De Luca

«Smentito, senza mezzi termini, il governatore Vincenzo De Luca dal commissario ad acta per l’attuazione del Piano di Rientro dai disavanzi sanitari della Campania Joseph Polimeni, con la nota inviata ai

Salute 0 Comments

Giornata dell’Alimentazione, anche il benessere ha i suoi colori

Marcellino Monda* In tempo di Covid, qualsiasi altro argomento sembra assumere un valore secondario. Eppure oggi si celebra la Giornata Mondiale dell’Alimentazione, manifestazione internazionale pluridecennale. Tra i tanti aspetti da

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply