Economia a Capua da 25 anni, l’Università è cresciuta

Economia a Capua da 25 anni, l’Università è cresciuta

(Luigi D’Ambra) – Sarà il rettore dell’Università Luigi Vanvitelli Giuseppe Paolisso (foto) ad aprire la cerimonia che vedrà protagonista il Dipartimento di Economia a Capua da ben 25 anni. Anni di cultura e sviluppo sul territorio. Sarà questa l’occasione per analizzare il lavoro fatto e dei suoi risultati, ma anche una riflessione sulle prospettive future. L’appuntamento, coordinato dal presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli, è in programma per giovedì 16 febbraio alle ore 10 nell’Aula Magna del Dipartimento di Economia-Capua, Corso Gran Priorato di Malta. A Paolisso toccherà tracciare un veloce excursus sulla storia del Dipartimento, dalla fondazione ai rapporti con le istituzioni, alla nuova sede ed al suo sviluppo, passando anche per le esperienze di successo di alcuni ex studenti, per arrivare al progetto sul museo campano.

“In occasione dei 25 anni della presenza a Capua dell’Università Luigi Vanvitelli – spiega Maria Antonia Ciocia, tra gli organizzatori dell’evento – saranno ricordate le tappe fondamentali del rapporto sinergico sviluppato in questi anni tra cultura e territorio con particolare riferimento al ruolo svolto dal Dipartimento di Economia. L’insediamento, lo sviluppo, la valorizzazione delle eccellenze professionali e culturali hanno costruito un asse sinergico che vede da un lato l’Università e dall’altro i suoi protagonisti come poli di attrazione di energie e  di cultura, di cui l’ultimo atto è la valorizzazione del Museo Campano di Capua, con l’adesione  al progetto Adotta una madre tra le mater matutae ivi custodite”. La giornata si concluderà con la visita al Museo Archeologico Campano. L’eccellenza turistico-culturale del Museo Campano (Mater Matutae). Nell’ambito di questa sessione vi sarà la proposta all’Ateneo/Dipartimento di adesione al progetto adottando simbolicamente una mater del Museo, come sigla della sinergia tra cultura e territorio.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8419 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Cultura 0 Comments

Brachilogia, un corso alla Parthenope di Napoli per conoscerla

Antonella Guarino – Brachilogia, ovvero il discorso breve. Su questo argomento giovedì 13 e venerdì 14 luglio alle ore 10 nella sede di palazzo Pacanowski dell’Università Parthenope di Napoli una ‘duegiorni’ di

Primo piano 0 Comments

Luca Rossi ospite delle Sere d’Estate con la Pro loco di Casapulla

Manca poco meno di una settimana all’inizio della terza edizione di ‘Sere d’Estate con la Pro loco’ e a Casapulla cresce sempre di più l’attesa per l’evento che quest’anno sarà

Attualità 0 Comments

La Fiat 500, la più amata dagli italiani. A Caserta il raduno

Pietro  Battarra –  Domenica ci sarà il primo raduno di 500isti all’ombra della Reggia. È la più amata dagli italiani, è la Fiat 500. L’appuntamento è per le 9 in

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply