Ex caserma Barducci. Nascerà un campus universitario

Ex caserma Barducci. Nascerà un campus universitario

-Oltre 50mila metri quadri per alloggi per studenti, spazi polifunzionali e per servizi. L’Ateneo Vanvitelli ha siglato un accordo con il Demanio da cui ha ricevuto in concessione l’area denominata ex Caserma (Mulini) Barducci, sita in via Ferrarecce, a Caserta, all’interno della quale si prevede di realizzare un Campus Universitario, mediante il recupero funzionale degli edifici storici vincolati esistenti. 

L’intervento, che dovrà essere finanziato dal Ministero, dalla regione Campania e dall’ADISURC, è in linea con gli obiettivi strategici dell’Ateneo di valorizzazione e riqualificazione degli immobili di valenza storica, artistica, culturale ed architettonica. Si prevede, in particolare, la realizzazione di complessivi 122 posti alloggi, di cui 6 da destinare agli studenti diversamente abili, con relative pertinenze funzionali.

L’area si trova a ridosso del centro storico di Caserta (corso Trieste) ed è baricentrica rispetto alle sedi dell’Ateneo presenti in città: a 150 metri dalla sede del corso di laurea di Medicina e Chirurgia di Caserta, a poco più di un chilometro dal complesso di via Vivaldi/viale Lincoln e dal costruendo Policlinico, e a due chilometri dal complesso di viale Ellittico.  

Il complesso architettonico ottenuto in concessione dalla Vanvitelli è denominato “Mulini Reali Barducci”, ed è infatti un sito Borbonico parte di un insieme di opere accessorie all’Acquedotto Carolino progettato da Luigi Vanvitelli, realizzato tra il 1753 e il 1762. L’imponente condotto idrico, lungo circa 38 chilometri dalle sorgenti del Fizzo sul monte Taburno alla sommità del monte Briano, da dove alimentava gli scenografici giochi d’acqua della Reggia di Caserta, divenne il motore dell’economia di ampie aree delle province di Benevento e di Caserta. 

Pertanto, la loro valorizzazione mediante il recupero e la ri-funzionalizzazione a Campus Universitario costituisce anche l’occasione di avere una ricaduta socio-culturale sul territorio, con la possibilità di aprire gli immobili all’interesse storico e culturale della popolazione e all’organizzazione di eventi con le associazioni operanti sul territorio. 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8565 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Senti chi parla, i cani ci guardano. E vivono in armonia con noi

Simone Lino – Avete presente quando un bambino vi guarda negli occhi, per poi girarsi verso un oggetto indicandolo e poi tornare nuovamente a guardarvi negli occhi? Ebbene, quel tipo

Spettacolo 0 Comments

Il Balletto di Roma apre la rassegna al Teatro Nuovo di Napoli

Claudio Sacco – Giselle, la performance presentata dal Balletto di Roma inaugura la rassegna Quelli che la Danza 2018 – Linguaggi della danza contemporanea. L’appuntamento è da mercoledì 4 a domenica 8 aprile, sul palcoscenico del

Comunicati 0 Comments

Covid-19. L’intervento di Fareambiente Campania Onlus

Claudio Sacco -In questo periodo il tempo sembra essersi fermato, ogni giorno trascorso sembra uguale a quello precedente oltre che a quello successivo, ci sono momenti in cui si alternano

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply