Ferraris, la federazione italiana cuochi premia lo chef Papale

Ferraris, la federazione italiana cuochi premia lo chef Papale

Alessandra D’alessandro

-«Fortunati i ragazzi ad averlo come docente!», uno dei tanti commenti alla notizia del premio ricevuto dallo chef Antonio Papale dell’Isis Ferraris di Caserta diretto dalla preside Antonietta Tarantino. Il riconoscimento lunedì scorso presso l’auletta dei gruppi parlamentari di Montecitorio, dove si è svolta la prima edizione dell’Albo d’Oro della Federazione Italiana Cuochi. Un evento importante che sancisce la volontà di promuovere l’arte culinaria italiana e che ha visto tra i 97 premiati, ambasciatori della buona tavola, anche Antonio Papale, per la categoria “Insegnante” della regione Campania.

Non è il primo riconoscimento ad una lunga carriera segnata dalla passione e dal forte senso del sacrificio, ma forse il più sentito perché va a suggellare anni di dedizione all’insegnamento, vissuti tra i banchi di scuola con impegno e con profondo senso del dovere nel trasferire i propri saperi.

Docente di enogastronomia da circa 30 anni, pietra miliare dell’Istituto Alberghiero Ferraris di Caserta, in cui insegna dal 2005, riceve continue dimostrazioni di affetto dai suoi numerosissimi studenti, anche da quelli ormai lontani e professionisti del settore, sparsi un po’ ovunque nel mondo, come a Londra, Zurigo e New York.

Esempio di competenza e preparazione, il professore Papale è noto per essere un uomo buono, divertente, coinvolgente,  gentile e paziente, ma anche autorevole quando necessario. Riesce sempre a stabilire una relazione profonda con i propri studenti, accompagnandoli per mano, nella loro crescita professionale.  Un riconoscimento quindi che è quasi un atto dovuto e che sta a testimoniare anche la profonda stima dei suoi stessi colleghi che ne hanno promosso la candidatura.

«Sto vivendo un momento particolarmente felice – asserisce il professore Papale – questo riconoscimento rappresenta per me un ulteriore tassello che va ad aggiungersi al mio progetto di vita, che vedrà prossimamente concretizzarsi un altro sogno, la pubblicazione dopo “Filosofia del gusto”, del mio secondo libro “La gastronomia in Campania”».

About author

Alessandra D’alessandro
Alessandra D’alessandro 225 posts

Alessandra D'alessandro - Studentessa presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, facoltà di Lettere indirizzo linguaggi dei media. Ha frequentato il liceo classico Giannone a Caserta. Ha conseguito certificazioni di lingua inglese presso Trinity College London. Attualmente collabora nell’azienda familiare occupandosi di social media, comunicazione e fashion buying. Interesse spiccato per il mondo della moda, il giornalismo, la comunicazione e la cultura olfattiva.

You might also like

Primo piano

Casapesenna, un campo di calcetto su un bene confiscato

-Sarà inaugurato a Casapesenna lunedì 12 dicembre il campo di calcetto realizzato su un’area confiscata alla camorra, ad un affiliato di vertice del clan di Casal di Principe, Luigi Venosa.

Primo piano

Cave? No, grazie! Alza la voce il consigliere Enzo Battarra (PD)

Claudio Sacco – C’è chi si oppone alla deregulation per le cave a Caserta. Fa sentire la sua voce Enzo Battarra, consigliere comunale di Caserta del gruppo consiliare del Partito

Primo piano

Pasqua 2020. Il fai da te rilancia i dolci della tradizione locale

Claudio Sacco – Da un capo all’altro dell’Italia nemmeno in questa Pasqua di tristezza e isolamento mancheranno i piatti della rigogliosa tradizione culinaria tricolore. Agnello e capretto, torta pasqualina e