Festa della Repubblica. Il profumo della democrazia. Le foto

Festa della Repubblica. Il profumo della democrazia. Le foto

Maria Beatrice Crisci

-Era la res publica, il supremo interesse collettivo. Dal 1946 è la Repubblica Italiana, nata con il primo voto delle donne. Questa signora dalle vigorose origini ha oggi un anno in più, settantasette. È una democrazia che ha avuto tante vittime, ma si è saputa costruire sugli ideali della Costituzione, primo fra tutti la libertà. È questo il più importante bene comune. Bello rileggere le frasi dei padri nobili, primo fra tutti Sandro Pertini: “Bisogna che la Repubblica sia giusta e incorrotta, forte e umana: forte con tutti i colpevoli, umana con i deboli e i diseredati”.

L’Italia oggi festeggia il suo essere Repubblica, lo fa tra tanti timori e differenze di opinioni. Tutto questo ha il profumo della democrazia. E risuona ancora il discorso di Pericle: “Qui ad Atene noi facciamo così. Qui il nostro governo favorisce i molti invece dei pochi: e per questo viene chiamato democrazia”. A Caserta la ricorrenza è iniziata con la tradizionale cerimonia presso il Monumento ai Caduti: un grande drappo con la Bandiera Italiana è stato calato sulla facciata del Palazzo di Governo dalle squadre del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

A seguire, il Prefetto di Caserta, Giuseppe Castaldo, ha presenziato all’alzabandiera e alla tradizionale deposizione della corona al Monumento ai Caduti, dando lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Mattarella.

Nel corso della manifestazione sono state consegnate le 35 onorificenze all’Ordine al merito della Repubblica italiana, conferite dal Signor Presidente ai cittadini della provincia di Caserta che si sono distinti nei diversi campi della vita sociale, economica e culturale e nel servizio nelle carriere civili e militari.

Sono state altresì, conferite 5 medaglie d’onore alla memoria ai familiari dei militari deportati ed internati nei lager nazisti. Alla cerimonia ha partecipato una rappresentanza degli studenti degli istituti superiori della provincia di Caserta, il liceo Manzoni e il liceo Giannone. I ragazzi hanno presentato i loro contributi sul significato del 2 giugno e hanno animato l’evento con un grande Tricolore, sorretto da decine di giovani.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9771 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Cultura

Dare, istruzioni per l’uso. Il libro di Roberto Malinconico alla Feltrinelli

Redazione -Sarà presentato oggi alle 18 alla Feltrinelli di Caserta il libro “Dare. Istruzioni per l’uso” di Roberto Malinconico, edizioni Melagrana. Con l’autore, il direttore generale dell’Asl di Caserta Amedeo

Attualità

Teca per Vernile a Villa Giaquinto. Luca Rossi: subito la scuola

Maria Beatrice Crisci -A Villetta Giaquinto inaugurata una teca contenente una tammorra per onorare la memoria di Aurelio Vernile. Musicista casertano e maestro di tammorra scomparso prematuramente ad inizio novembre.

Comunicati

Anfiteatro e Museo archeologico, aperti per #domenicalMuseo

(Comunicato stampa) -Domenica 5 maggio 2024, la Direzione regionale Musei della Campania unitamente alla Direzione dell’Anfiteatro campano e del Museo archeologico nazionale dell’antica Capua di Santa Maria Capua Vetere, in