Festival Ville Vesuviane. Silvia Siravo in La vita è un sogno 

Festival Ville Vesuviane. Silvia Siravo in La vita è un sogno 

-Silvia Siravo sarà Rosaura in La vita è un sogno di Pedro Calderon de la Barca, venerdì 2 e sabato 3 settembre presso il Festival delle Ville Vesuviane – Progetto 700 (Esedra della Villa Campolieto h.21). Lo spettacolo – in prima nazionale – vede in scena con Silvia Siravo: Mariano Rigillo, Angelo Tosto, Ruben Rigillo, per la regia di Giuseppe Dipasquale. Un’opera teatrale, grande fonte di riflessione nella quale Silvia Siravo interpreta il ruolo chiave di Rosaura.

Pedro Calderón recupera alle soglie della modernità il tema mitico dello scontro fra padre e figlio e lo trasforma in un intenso dramma barocco, dove la complessità del tessuto concettuale e delle riflessioni filosofiche viene diluita in un’azione avvincente di grande impatto spettacolare. La storia del principe di Polonia Segismundo – imprigionato dalla nascita dal padre astrologo Basilio – e del crudele esperimento di cui è vittima, si affianca all’esperienza dolorosa di Rosaura che cerca di recuperare l’onore perduto. È un dramma appassionante sul potere e la violenza, una geniale variazione sugli eterni temi del rapporto conflittuale tra generazioni, tra libertà e destino, tra autorità e ribellione. Calderón ha creato un capolavoro della cultura occidentale: il personaggio di Segismundo è divenuto un mito della coscienza tragica dell’uomo moderno, simbolo dell’impossibilità di stabilire il confine tra apparenza e realtà e della dolorosa constatazione della precarietà dell’esperienza umana. Figura chiave è il personaggio di Rosaura interpretato da Silvia Siravo.

“Rosaura arriva in scena vestita da uomo – racconta Silvia Siravo – prende quindi le sembianze di una dama di compagnia e, infine, come “un mostro di doppia natura”, si manifesta con le grazie di donna e l’armatura di un guerriero. Questo affascinante personaggio, dominato dalle passioni, passa da un mascheramento all’altro. Come molte donne nella storia è costretta a cercare il riconoscimento e la verità attraverso infingimenti e manipolazioni. Solo nell’incontro con Sigismondo, anch’egli figlio abbandonato e rinnegato, troverà una luce di autenticità e di vero amore. L’escamotage squisitamente teatrale del travestimento rende l’interpretazione del personaggio avvincente, permette di attraversare note diverse e i più vari moti dell’anima. Il testo di Calderon de la Barca è stato foriero di continui disvelamenti grazie al profondo lavoro fatto con il regista Giuseppe Dipasquale. Portare in scena questo lavoro nella meravigliosa cornice di Villa Campolieto è una sfida entusiasmante e un “sogno” che si realizza”.

Silvia Siravo è inoltre impegnata con la collega ed amica Arianna Ninchi, con il progetto editoriale dal titolo Musa e getta edito da Ponte alle Grazie dedicato a sedici scrittrici per sedici donne indimenticabili (ma a volte dimenticate). In questa sorprendente raccolta, molte fra le più amate e apprezzate scrittrici italiane raccontano altrettante «muse»: donne sfrontate e bellissime o, al contrario, miti e riservate che, per lo spazio di una notte o per l’esistenza intera, hanno stretto relazioni complesse (e pericolose) con uomini di successo. Silvia Siravo sarà impegnata anche con la compagnia “Tacchi Misti” dal 2 al 14 ottobre al Teatro Belli di Roma con un debutto nazionale, Houses – chi ci entra è perduto! di Andrea Lolli: una nuova commedia attuale e intelligente per raccontare le storie di sedici donne, le loro vite in bilico tra realtà e fantasia, in un susseguirsi di ironia e colpi di scena; con Carla Ferraro, Elisa Di Eusanio e Valentina Martino Ghiglia con la regia di Ferdinando Ceriani. Inoltre il 24 settembre sarà in Cilento con il progetto Significar Mangiando.

👩‍💻Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8697 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Comunicati 0 Comments

Poetry Slam, il campionato regionale ad Aversa con Open Mic

-Sabato 26 marzo 2022, alle ore 21.00, presso “Il Theo” di Aversa (CE), sito in via Dell’Olmo 23, si terrà una serata di Poetry Slam con Open Mic. La competizione è una tappa ufficiale del

Primo piano 0 Comments

Personale di Sabrina Casadei alla Galleria Nicola Pedana

Maria Beatrice Crisci – Si inaugura domenica 26 maggio alle ore 18 presso la Galleria Nicola Pedana a Caserta (Piazza Matteotti, 60) la mostra di Sabrina Casadei. “Montefantasma” è il

Primo piano 0 Comments

Teatro Civico 14. Licia Lanera e Fibre Parallele in “Due”

Luigi D’Ambra – Al Teatro Civico 14 il prossimo fine settimana è di scena “Due” con Licia Lanera e la compagnia pugliese Fibre Parallele. Lo spettacolo, nel 2008 progetto finalista

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply