Formazione in restauro, patto Mann e Accademia di Belle Arti

Formazione in restauro, patto Mann e Accademia di Belle Arti

-I giovani sono protagonisti della vita nel Quartiere della Cultura: il protocollo d’intesa, che lega il Museo Archeologico Nazionale di Napoli e l’Accademia di Belle Arti, ha l’obiettivo di formare una nuova generazione di professionisti, che lavorano alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio storico-artistico. I due istituti, che hanno condiviso la sede sino alla fine del XIX secolo, rafforzano la comune prospettiva di valorizzare l’impegno degli aspiranti restauratori: la strada maestra è promuovere tirocini che siano sempre più incanalati nelle attività di tutela messe in campo dal MANN. Tanti i casi studio sviluppati sinora: gli allievi dell’Accademia, guidati dai loro docenti, hanno affiancato gli esperti del Museo durante l’impegno del nuovo allestimento della Campania Romana, così come in occasione delle mostre sugli Etruschi e sulla Piana campana. Un focus ad hoc è dedicato alla Collezione Spinelli, oggi in gran parte custodita nei depositi dell’Archeologico: qui i giovani studenti hanno esaminato i tesori che, dischiusi fra 2300 vasi e 3000 bronzi (X -III sec. a.C.), permettono di approfondire la cultura della Campania settentrionale. E le buone pratiche da raccontare sono ben presto venute alla luce: sono stati smontati e ricostruiti, ad esempio, due vasi etruscorinzi; ancora, per la prima volta, sono state restaurate delle armi in ferro. Lo sguardo degli esperti va oltre i confini nazionali: la collaborazione con la Saint Mary’s University del Canada consentirà di intrecciare gli studi museografici e d’archivio sulla collezione Spinelli, individuando e contestualizzando dal punto di vista storico quei beni che, trasportati oltreoceano, sono da tempo esposti nei Musei americani. 
“La convenzione con l’Accademia non è un mero atto burocratico, ma consolida la visione formativa a tutto tondo, portata innanzi dal nostro Istituto”, commenta il Direttore del MANN, Paolo Giulierini. 
“La nostra scuola di restauro”, prosegue il Direttore dell’Accademia, Renato Lori, “ha una specificità definita tra le attività del nostro Istituto e presenta un taglio altamente professionalizzante”.
La collaborazione con l’Accademia è curata, per il MANN, dalla funzionaria archeologa Emanuela Santaniello e dalla responsabile del laboratorio di restauro, Mariateresa Operetto. I percorsi di studio e tirocinio sono definiti in accordo con Giovanna Cassese (coordinatrice Scuola di restauro dell’Accademia) e i docenti Marina Vecchi e Manlio Titomanlio. ​
Si specifica che il corso quinquennale a ciclo unico in Restauro​ dell’Accademia di Belle Arti  è riconosciuto dal Mic e rilascia il titolo abitante alla professione di restauratore di beni culturali.

👩‍💻Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8916 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità

Te piace ‘a Reggia? Un questionario per i visitatori del palazzo

Luigi Fusco – Una nuova iniziativa è in corso presso la Reggia di Caserta con protagonisti i tanti visitatori che, sin dall’inizio dell’estate, stanno giungendo per scoprire le bellezze artistiche

Attualità

Festa della Repubblica a Caserta, il programma dell’evento

Alessandra D’alessandro -Le celebrazioni per il 76º Anniversario della Fondazione della Repubblica, domani 2 giugno, si svolgeranno a Caserta in due momenti. La manifestazione si aprirà alle 10, come tradizione

Spettacolo

Al Comunale va in scena la danza in Las parabras del baile

Claudio Sacco – Domenica 28 aprile alle ore 18 al Teatro Comunale di Caserta Naturalis Labor presenta la Compagnia Flamenco Lunares in «Las parabras del baile» per la direzione artistica e coreografie Carmen Meloni,