Gennaro Leva, nuovo Soprintendente per Caserta e Benevento

Gennaro Leva, nuovo Soprintendente per Caserta e Benevento

Luigi Fusco

–È giunta dal Ministero della Cultura la nomina del nuovo Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Caserta e Benevento. Ad assumere il prestigioso incarico dell’ufficio periferico del MiC, ubicato all’interno della Reggia di Caserta, è l’architetto Gennaro Leva.
Napoletano, classe 1957, ha studiato presso la Federico II presentando in seduta di laurea una tesi sul
“Recupero dell’insula di San Gregorio Armeno a Napoli”. Ha poi continuato la formazione universitaria
conseguendo il titolo di dottore in Conservazione dei Beni Architettonici, presso l’ex secondo ateneo di
Napoli, relazionando su una ricerca dedicata ai “Restauri di Margherita Asso in Terra di Lavoro: 1965-1973”.
Il suo curriculum vanta inoltre la specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio in Restauro dei
Monumenti con una tesi “Parco archeologico dell’antica Cales e restauro delle terme centrali”.
Agli inizi degli anni Novanta risale la sua assunzione nei Beni Culturali in Veneto. Prima a Verona, poi a
Vicenza e infine a Rovigo, l’architetto Leva si è distinto in carriera per aver condotto con successo
importanti incarichi come il restauro del Santuario di Santa Maria dei Miracoli a Lonigo e il recupero degli
elementi litici costruttivi di parte della trabeazione dell’ex Dogana delle Merci di terra nella cittadina
veronese.
Dal 2000 è invece funzionario presso la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Caserta e Benevento, dove si è distinto per la sua esperienza e per la sua capacità di dialogo con il mondo imprenditoriale e professionale. Gennaro Leva, proprio per le sue doti ha assunto l’incarico, unico in Italia, di funzionario preposto alla tutela e alla valorizzazione di due capoluoghi di provincia: Caserta e Benevento.
A lui si devono, inoltre, numerosi interventi di restauro effettuati nel plesso vanvitelliano ed in altri centri
storici della Terra di Lavoro: da Capua a Maddaloni. Tra i lavori di maggior successo che sono stati da lui
seguiti si annoverano quelli svolti per la Basilica di Sant’Angelo in Formis, per il Museo Archeologico
dell’Antica Calatia, del Palazzo ducale di Mondragone e per la Sala d’Armi a Capua.
L’architetto Leva può contare anche su una trentennale formazione nella prevenzione della corruzione nelle Pubbliche Amministrazioni, oltre ad esser specializzato in tanti altri settori che riguardano la tutela, la conservazione e la sicurezza del patrimonio immobiliare avente particolare valore storico, artistico ed
architettonico. È, inoltre, autore di diversi saggi di interesse architettonico e paesaggistico. Tra i suoi
contributi più importanti vi sono le relazioni sui restauri del monastero di Sant’Anna de aquis vivis a
Mondragone, dei complessi monumentali di Limata e di Santa Maria della Strada a San Lorenzo Maggiore e della Cattedrale di Carinola.
Ha poi presieduto a tante commissioni, tra cui quella del “Piano di Gestione sito UNESCO – Reggia di
Caserta, Acquedotto Carolino e San Leucio”, della mostra: “Il Castello di Maddaloni: quale futuro”,
Maddaloni e dell’esposizione “Restauri in Terra di Lavoro – l’attività della Soprintendenza dal dopoguerra
agli anni Settanta”.
Il sovrintendente Leva promette grande attenzione verso i territori e massimo ascolto delle istanze che
provengono dagli stessi. Il suo obiettivo principale sarà rivolto alla valorizzazione delle identità locali, ricche di storia ed interesse archeologico, architettonico e paesaggistico.
“Lavoreremo – ha dichiarato l’architetto – affinché non vadano perduti i finanziamenti ottenuti, ponendo in essere le azioni del PNRR per la protezione del patrimonio culturale, la sua conservazione e la pubblica
fruizione”, facendo sapere anche che la SABAP di Caserta e Benevento continuerà a stare in prima linea per la tutela, la salvaguardia, la valorizzazione e la gestione dei beni culturali identitari, in sinergia con le
comunità e gli enti interessati, per uno sviluppo sempre più sostenibile.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1086 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Cultura

Radio Zar Zak, serata jazz con la pianista Rita Marcotulli

Maria Beatrice Crisci    – Rita Marcotulli sarà protagonista sabato 9 febbraio prossimo nel SottoScala di Radio Zar Zak, per un evento unico e irripetibile.  L’artista, una delle più grandi

Arte

Immersioni! L’arte di Capodimonte va nella Stazione Zoologica

Luigi Fusco – Immersione nell’Arte è il titolo del ciclo di approfondimenti dedicati alla scienza vista attraverso i dipinti, i disegni e altre opere d’arte in cui è possibile riscontare

Stile

Cars and Coffee, a Riardo una domenica con le supercar

L’anno scorso è stato organizzato il primo Cars and Coffee nel sud Italia. Un esperimento riuscito, che ha dato vita a un evento tra i più coinvolgenti, in cui la