Giornata nazionale Sla. Anche Caserta si mobilita

Giornata nazionale Sla. Anche Caserta si mobilita

Domenica 18 settembre in Largo San Sebastiano a Caserta in occasione della Giornata Nazionale per la lotta alla SLA, dalle 9 alle 18,30 i volontari di AISLA Caserta distribuiranno bottiglie di vino “Barbera d’Asti D.O.C.G.”, in cambio di  un contributo minimo di 10 euro. L’iniziativa è diretta alla raccolta fondi per sostenere l’“Operazione Sollievo”, il progetto di AISLA che prevede aiuti concreti per l’assistenza ai malati di SLA. La Giornata Nazionale per la lotta alla Sclerosi Laterale Amiotrofica nasce nel 2008 per ricordare il primo sit-in dei malati di SLA che il 18 settembre 2006 si riunirono a Roma, dinnanzi al Ministero della Salute, per portare all’attenzione del Ministro Livia Turco i propri bisogni, in particolare quello di una presa in carico globale in termini di necessità di trattamenti assistenziali omogenei su tutto il territorio nazionale.

Da allora, ogni anno, AISLA Onlus promuove iniziative in tutta Italia per rinnovare l’attenzione dell’opinione pubblica, delle Autorità politiche, sanitarie e socio-assistenziali, rispetto ai bisogni di cura ed assistenza dei malati per giungere finalmente ad un’appropriata gestione della SLA, un’adeguata presa in carico dei pazienti e dei loro familiari. E’ di fondamentale importanza raccogliere fondi a sostegno della ricerca mirata su questa malattia, al momento inguaribile ma non per questo incurabile.

Da diversi anni, AISLA Caserta opera attivamente in tutta la provincia sotto la presidenza di Antonio Tessitore che, in prima persona, affronta con coraggio e determinazione la SLA, malattia neurodegenerativa a decorso progressivo che colpisce le cellule nervose cerebrali e del midollo spinale che permettono i movimenti della muscolatura volontaria.

I fondi raccolti saranno destinati non solo a finanziare i progetti di ricerca, ma anche all’assistenza dei malati e delle loro famiglie nelle numerose e quotidiane difficoltà legate a questa tremenda patologia: dal mero supporto economico alla costituzione di un fondo per garantire il supporto legale alle persone affette da SLA. Chi non riuscirà ad essere presente all’evento potrà comunque dare il suo contributo, effettuando un bonifico a favore di:

AISLA ONLUS SEZIONE DI CASERTA

IBAN: IT34 H033 5901 6001 0000 0135 373

 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 5754 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Cultura

Reggia di Caserta, Fabrizio Mangoni alla tavola dei re Borbone

Pietro Battarra – La febbre del gourmet arriva fino alla corte dei Borbone. Nasce “Musica X Musei. La tavola del Re: la cucina tra Carlo III e Ferdinando I di

Primo piano

Giovani universitari. Marciani: al via i progetti formativi

(Luigi D’Ambra) – Buone notizie per i giovani universitari. Infatti, sul Burc della Regione Campania è stato pubblicato proprio ieri 29 maggio, l’esito dell’avviso destinato a finanziare progetti formativi destinati

Primo piano

Il messaggio di Suor Rita in diretta su RaiUno da Assisi

Maria Beatrice Crisci  – «Casa Rut perché al centro c’è amore, legame, affetto, cuore. E’ tutto ciò di cui hanno bisogno queste ragazze per trovare ancora un motivo di vita».

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply