Guida Pizzerie d’Italia Gambero Rosso, due spicchi a Luca Doro

Guida Pizzerie d’Italia Gambero Rosso, due spicchi a Luca Doro

Uscita oggi l’ ottava edizione della Guida Pizzerie d’Italia del Gambero Rosso in cui sono selezionati 650 locali lungo la penisola con un criterio ben preciso: attenzione a farine, prodotti, impasti e lievitazioni. La prestigiosa e più venduta guida nazionale, che ha tre gradi di eccellenza (tre spicchi il massimo), inserisce direttamente con 2 Spicchi il pizzaiolo di Macerata Campania Luca Doro con la sua Pizzeria Doro Gourmet con sede nella città della Festa di Santantuono sull’Appia. Si tratta di un prestigioso traguardo soprattutto se si pensa che sono soltanto due anni da quando Luca ha aperto la sua pizzeria, ormai una delle destinazioni gettonate nella Terra di Lavoro capitale mondiale della Pizza. Passando dall’ asporto di qualità alla pizzeria con Sala  ( ora 55 posti  per via del rispetto delle disposizioni antiCovid), alla qualità storica delle creazioni parte della rivoluzione della pizza casertana si è aggiunto servizio di prim’ordine e un locale orientato  ai temi della sostenibilità ambientale, dove  i prodotti di piccoli produttori, campani e nazionali, inseriti nella rete dei Presidi Slow food hanno trovato sempre accoglienza e protagonismo all’insegna del buono, pulito e giusto.  

Luca Doro, anche Pizzaiolo dell’Alleanza Cuochi e Pizzaioli Slow Food, già menzionato dalle guide Osterie d’Italia e Il Golosario, sarà anche protagonista della trasmissione televisiva Mica Pizza e Fichi che caratterizzerà l’autunno di La7 con la conduzione di Tinto. Non nasconde l’emozione Luca Doro nella sua dichiarazione: “entro nella guida pizzerie più importante e più diffusa d’ Italia con ben 2 spicchi, davanti a me solo diverse decine  di pizzerie 3 spicchi che sono la storia della  pizza in Italia, come Franco Pepe e Francesco Martucci. Dove si arrivera’ nei prossimi anni? Non lo so ma so che posso tutto con  i miei amici e poi  clienti, i produttori della resistenza contadina, dei presidi SlowFood che hanno creduto dall’inizio nel mio progetto, Farina Petra, la comunita’ di Macerata Campania, il mio staff  e soprattutto la mia eccezionale famiglia”. 

Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 6238 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Confesercenti. Premiata Tenuta Fontana, eccellenza campana

Claudio Sacco – “È una grande soddisfazione essere stati scelti tra le eccellenze campane. Ciò significa che hanno apprezzato la nostra professionalità e la qualità dei nostri vini”. Non si

Primo piano

Associazione Petteruti, si presenta la Borsa di studio

Claudio Sacco Un pomeriggio per ricordare Alessandro Petteruti. L’appuntamento è per sabato 11 gennaio alle ore 17,30 al Teatro Don Bosco di Caserta. Sarà questa l’occasione per presentare la prima

Primo piano

New Hope, ovvero tessitrici di nuove speranze. Apre a Caserta il primo Store

(Beatrice Crisci) – “New Hope rappresenta il segno di come si possa fare lavoro e rendere il mondo nuovo”. Così il vescovo emerito Raffaele Nogaro in occasione della presentazione del

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply