Habibi, nasce lo street food multietnico nel cuore di Caserta

Habibi, nasce lo street food multietnico nel cuore di Caserta

Maria Beatrice Crisci

– Nasce a Caserta, nel cuore della città della Reggia, Habibi, una proposta gastronomica nuova e accattivante. L’idea è di Abdel Oubacha, originario del Marocco, da anni a Caserta. L’apertura tanto attesa è per sabato 13 novembre in via San Carlo 40. Con Abdel, il titolare, Carmen e Armando Rispoli, la compagna e il cognato.

La passione per la cucina di Abdel ha contagiato anche loro. «Lo aiutiamo e supportiamo – racconta Carmen – perché veniamo già da anni di esperienza nel campo del cibo etnico con il locale Sud. La chiave street è per riproporre il tema del viaggio che manca a tutti dopo l’esperienza COVID ed è in linea con le attuali normative in tema». Ma perché Habibi? «La parola habibi – spiega Carmen – è di genere maschile, originaria della lingua araba. Significa “mio caro”, “mio amato”, “mio amore” e altri soprannomi correlati. Habibi è un termine usato con una connotazione positiva, essendo un’espressione per mostrare affetto e affetto verso una persona, o qualsiasi cosa verso la quale si prova passione. È proprio la passione ciò di cui parla questo nuovo progetto, la passione per il viaggio, per la scoperta degli angoli più nascosti del mondo e l’inestinguibile amore per il cibo.

Questo amore nasce da un desiderio, che è  quello di volare, vedere, scoprire, immergersi in colori, visi e strade sempre nuove, gustare sapori che rimangono scolpiti nel cuore. Per questo abbiamo pensato di portare Habibi nel centro della nostra città e di farlo proponendo una proposta gastronomica che deriva dell’ispirazione dei viaggi nostri e dei nostri amici più cari». Lo spirito qual è? «Abbiamo scelto di giocare con lo street food di alcuni Paesi e di unirli ai sapori tradizionali di altri proponendo in questo modo le nostre pietanze in una formula che le rendesse versatili, facilmente trasportabili e comode da gustare camminando o da portare a casa. Saranno inoltre possibili dei servizi di delivery per organizzare delle feste di compleanno dal sapore etnico o semplicemente per organizzare un aperitivo differente direttamente a casa propria. Ma quello che davvero più ci piace di questo nostro progetto è l’idea che chiunque possa anche solo per qualche minuto ripercorrere un viaggio con tutti i sensi direttamente dal Centro storico della nostra città, continuando a passeggiare con il sapore delle strade del mondo sulla lingua e nella mente la leggerezza delle immagini dei viaggi passati o di quelli che saranno. Habibi vi aspetta per farvi vivere un esperienza di puro gusto ed esoticità!».

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7775 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments
Attualità 0 Comments

Anfiteatro Campano. Un libro su Papa Francesco

(Maria Beatrice Crisci) – Sarà dedicato a “I nuovi valori della Chiesa di Papa Francesco” il terzo appuntamento della seconda edizione de “La Memoria degli Elefanti”, il Festival della Letteratura

Cultura 0 Comments

Una città da raccontare, la Caserta di Romano Piccolo

(Beatrice Crisci) – «Caserta è una città squadrata, come dico io, o, come dice mia nipote Ketty, che è architetto, a scacchiera, o per usare una terminologia più strettamente tecnica,

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply