I beni confiscati aprono alle scuole. C’è il protocollo d’intesa

I beni confiscati aprono alle scuole. C’è il protocollo d’intesa

Claudio Sacco

– Cantieri scuola nei beni confiscati alla camorra. La presentazione dell’iniziativa è per domani martedì 27 giugno alle ore 11 presso la sede di Confindustria di Caserta. Nell’occasione sarà illustrato il nuovo protocollo d’intesa tra Agrorinasce, il Formedil, l’Ance di Confindustria di Caserta, la Feneal-Uil, la Filca-Cisl, la Fillea-Cgil della provincia di Caserta, per la realizzazione per l’appunto di ‘cantieri scuola’ nei beni confiscati alla camorra amministrati da Agrorinasce e del programma di interventi per l’anno 2017/18. Saranno presenti alla conferenza stampa, il Presidente del Formedil Scuola edile della Provincia di Caserta, Gaetano Barbarano, il Vice Presidente del Formedil Scuola edile della Provincia di Caserta e segretario provinciale della FILLEA-CGIL, Vincenzo Maio, l’ANCE di Confindustria di Caserta, rappresentata dal Presidente Luigi Traettino, l’Amministratore Delegato di Agrorinasce, Giovanni Allucci, la FENEAL-UIL, rappresentata dal segretario provinciale Antonio Cirillo, la FILCA-CISL, rappresentata dal Responsabile Territoriale, Antonio Gelo, la FILLEA-CGIL.

“Si rinnova e si rilancia un protocollo d’intesa che ha già prodotto importanti risultati su alcuni beni confiscati alla camorra in Casal di Principe e S. Maria La Fossa”, dichiara Giovanni Allucci, Amministratore Delegato di Agrorinasce. Quindi, aggiunge:  “Ora la sfida è più importante e coinvolgerà nuovi beni confiscati alla camorra in tutti i Comuni soci di Agrorinasce. Ringrazio le parti sociali e l’intera struttura del Formedil per la vicinanza istituzionale mostrata”.

“La promozione di iniziative tese a diffondere la cultura della legalità nelle nuove generazioni e nelle classi dirigenti è senz’altro un mezzo per richiamare l’attenzione sulla legalità e sul suo ruolo di asset fondamentale per il disinquinamento morale del territorio”. Queste le parole del Presidente Traettino a margine della firma del protocollo, in accordo con le linee guida presentate per il quadriennio di Presidenza di Confindustria Caserta lo scorso 13 dicembre 2016.

 

 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7643 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Alternanza scuola lavoro. Il Pizzi a casa dei Commercialisti

Maria Beatrice Crisci – La professione e il ruolo del commercialista, la contabilità fiscale e natura reddituale, consulenza aziendale e del lavoro. Questi gli argomenti che sono stati trattati nel corso di

Attualità 0 Comments

Macerata Campania, “Gli Angeli” per un’ondata di solidarietà

Claudio Sacco – Partono anche a Macerata Campania le iniziative a sostegno delle persone bisognose. L’ Associazione “Gli Angeli”, a nome del presidente Massimo Iannotta, ed in collaborazione con la

Primo piano 0 Comments

“L’amica geniale”, anteprima a Venezia con Francesco Piccolo

Maria Beatrice Crisci – “La Ferrante è stata molto vicina al progetto e fin dall’inizio l’abbiamo sentita non come una sorvegliante dei libri, ma del tentativo di fare questa trasposizione.

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply