I Borbone a raccolta, anche il Mann partecipa al Sogno Reale

I Borbone a raccolta, anche il Mann partecipa al Sogno Reale

Luigi Fusco

– Anche il Museo Nazionale Archeologico di Napoli aderisce all’iniziativa “Il Sogno Reale”, promossa nell’ambito della rassegna “Campania Teatro Festival“.
Per l’occasione, ogni venerdì, alle 17 e alle 17.30, si terranno visite guidate dedicate alle istanze culturali e politiche che i Borbone adottarono in merito alla costituzione delle raccolte farnesiane, pompeiane ed ercolanensi all’interno dello stesso museo partenopeo.
Le visite guidate verranno organizzate nel rispetto delle norme anti-covid e per parteciparvi bisognerà prenotarsi scrivendo alla mail man-na.ufficiostampa@beniculturali.it.
Per questo progetto è stata, inoltre, creata un’apposita grafica, presentata attraverso la pagina Facebook del MANN, realizzata da Annamaria Di Noia con la collaborazione di Caterina Serena Martucci.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 735 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Social-press tour: Reggia, pizze d’autore e dolcezze. A Caserta

Maria Beatrice Crisci – La Reggia inaspettata è quella del martedì, il giorno di chiusura settimanale. Il Parco è una distesa di verde omogenea, non ci sono i segni colorati

Scuola 0 Comments

Notte del Liceo Classico, il Manzoni rende omaggio alla natura

Claudio Sacco -Il Manzoni di Caserta nella Notte Nazionale del Liceo Classico riaccende il Lumen Humanitatis. La simbolica fiaccola che ormai da sei anni accompagna le iniziative della “Notte Nazionale” –

Editoriale 0 Comments

Nomofobia, quel telefonino che è la nuova “droga digitale”

Camilla Nappi* -Con l’avvento della rivoluzione digitale, il telefono ha cominciato ad insinuarsi gradualmente e in maniera predominante nelle nostre vite, al punto da divenire uno strumento quasi indispensabile che

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply