Il calcio, tra letteratura e linguistica. De Core alla Parthenope

Il calcio, tra letteratura e linguistica. De Core alla Parthenope

Pietro Battarra

-Metafora di vita, oppio dei popoli, «roidesjeux» secondo Jean Giraudoux, il calcio intrattiene con la letteratura una relazione intima e antica. Ricordiamo che Ronsard amava giocare a «soule», una sorta di antenato del calcio, e mentre Pasolini scriveva “Il calcio è un linguaggio coi suoi poeti e i suoi prosatori” tentando una lettura semiologica del fenomeno calcistico con i suoi “elzeviristi” (Gianni Rivera e Sandro Mazzola) e i suoi poeti e prosatori “realisti” (Giacomo Bulgarelli e Gigi Riva), Sartre sosteneva che: “Il calcio è una metafora della vita “, al contrario, Sergio Givone riteneva che “La vita è una metafora del calcio”. Questo il focus della giornata di studi interdisciplinari Il calcio: tra letteratura e linguistica organizzata dall’Università degli Studi di Napoli “Parthenope” che avrà luogo martedì 22 marzo alle 15 nell’aula T2 di palazzo Pacanowski. L’evento inaugura un ciclo di incontri volti alla disseminazione dei risultati di un progetto di ricerca svolto nell’ambito delle attività del Cerilicua (Centro interdipartimentale di documentazione e ricerca per le lingue e le culture altre), diretto da Raffaella Antinucci. 

La giornata, moderata da Domenico Tafuri, Prorettore per il Welfare degli Studenti e Politiche Giovanili del noto ateneo campano, vedrà la partecipazione di Francesco De Core (Vicedirettore del Corriere dello Sport-Stadio) che presenterà una relazione dal titolo “Quando il calcio diventa letteratura: Arpino, Bianciardi, Gatto e Pasolini”. I lavori proseguiranno con Maria Giovanna Petrillo (Università degli Studi di Napoli Parthenope) la cui relazione analizzerà “Jean-Philippe Toussaint e Maurizio De Giovanni: il calcio come malinconia”. Quindi, Antonio Leo, dottorando in Eurolinguaggi e Terminologie Specialistiche parlerà della “Femminilizzazione dei nomina agentis nel mondo del calcio”, mentre Gabriele Basile disquisirà su “Football e immaginario letterario: una ‘porta’ aperta sulla società britannica del XX secolo”. 

Questi appuntamenti scientifici intendono registrare il calcio nella letteratura e nella linguistica, con la serena ottica dell’interesse sia culturale che scientifico. 

About author

Pietro Battarra
Pietro Battarra 142 posts

Pietro Battarra. Pubblicista. Iscritto a Scienze delle Comunicazioni Università Suor Orsola Benincasa Napoli, si interessa in particolare di cultura e fenomeni sociali. La sua passione sono la moda e il fitness. Ha iniziato giovanissimo a sfilare per marchi come Dolce&Gabbana, Trussardi, Hogan, Roberto Cavalli, Alcott, MSGM, Minimal ed è stato protagonista di shooting fotografici e cataloghi per importanti campagne pubblicitarie. Dall’esperienza a New York a quella in Cina, passando per la Turchia e la Spagna nei suoi progetti c’è quello di occuparsi di marketing e comunicazione.

You might also like

Comunicati 0 Comments

The Walk, fa tappa a Napoli la marionetta siriana Amal

-Il 9 settembre farà tappa a Napoli lo spettacolo itinerante “The Walk”, il viaggio della piccola Amal, una marionetta alta 3 metri e mezzo che raffigura una bimba siriana di

Primo piano 0 Comments

Cristiano day a Caserta. Doppio opening, Mac3 e Spazio n.7

Claudio Sacco per Ondawebtv – Sarà inaugurata giovedì 28 novembre a Caserta una doppia personale. Primo appuntamento alle 18 al Mac3, il Museo d’Arte Contemporanea in via Mazzini. poi, alle 20

Primo piano 0 Comments

Sonarè Festival. La presentazione al Comune di Caserta

(Beatrice Crisci) – Massimo Ranieri, Biagio Izzo e Serena Autieri. Ecco i protagonisti della prima edizione della rassegna Sonarè Festival dal 12 luglio al 17 nello splendido scenario del Belvedere di

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply