Il giocattolo sospeso, raccolta solidale per i figli dei detenuti

Il giocattolo sospeso, raccolta solidale per i figli dei detenuti

-L’iniziativa, promossa dall’Associazione “DifferenteMente APS” di Caserta, in collaborazione con l’Associazione forense “Piero Calamandrei” di Napoli , ha scopo di regalare un sorriso ai bambini figli delle persone detenute, consentendo loro di ricevere un regalo di Natale dai genitori ristrettì in carcere. Dal 1 al 20 dicembre presso  uno dei punti vendita aderenti -Toys Company di Caserta, Aversa, Trentola Ducenta, Mercogliano e Atripalda nonché presso il negozio di giocattoli Nespoli di Napoli via Scarlatti  –  chiunque lo vorrà potrà acquistare un giocattolo o un prodotto per la prima infanzia e lasciarlo “sospeso”. I doni verranno, poi, ritirati e consegnati ai genitori detenuti negli istituti di Napoli Poggioreale, Secondigliano, Santa Maria Capua Vetere, Pozzuoli, nonché alle mamme detenute insieme ai loro bimbi nell’ICAM di Lauro  o ai genitori detenuti nella struttura per le tossicodipendenza di Eboli. 

“Nel periodo dell’anno che più di ogni altro parla di amore e vicinanza è necessario mettere la solidarietà al primo posto. In carcere non ci sono solo i detenuti ma anche, simbolicamente, i loro familiari e soprattutto i bambini e le bambine con un papà o una mamma in cella. L’assenza di un genitore è sempre una sofferenza e mancanza di un punto di riferimento importante per la crescita dei bambini. 

L’iniziativa ha lo scopo di regalare un sorriso ai piccoli  che a Natale entreranno  in carcere per incontrare uno o entrambi i genitori  detenuti, nel tentativo di riallacciare, almeno per qualche ora, i legami spezzati dalla detenzione”, spiega l’avvocata Francesca della Ratta, presidente di DifferenteMente.

“Il Natale è fonte di gioia per tutti quei bambini che sanno che arriverà Babbo Natale a portare loro tanti doni. Eppure ci sono bimbi che non possono viverlo come dovrebbero. I piccoli bambini detenuti senza colpa che hanno  seguito in prigione le loro mamme; i figli di genitori detenuti che, la mattina di Natale, non avranno nessun dono. Il nostro progetto spera di poter regalare un Natale felice anche a loro; ciò che per noi è un piccolo contributo per quei bambini meno fortunati sarà un grande regalo”, continua l’avvocata Sabina Coppola, componente del direttivo dell’Associazione Calamandrei, presieduta dall’avvocato Aldo Franceschini.  Basta un piccolo gesto di solidarietà per far felice un bambino. 

Comunicato stampa

About author

You might also like

Attualità

Scuola e Pnrr, la presidente Andis Serpico chiama i dirigenti

-L’Andis, Associazione Dirigenti Scolastici si riunirà lunedì 7 novembre dalle 10,30 per discutere sui Fondi Pnrr e su come districarsi nella programmazione dei progetti. Ad annunciarlo è la presidente provinciale

Primo piano

Carnevale a Capua, cronaca di una domenica di divertimento

Luigi Fusco -Tra coriandoli, stelle filanti e maschere in festa, la città di Capua è stata letteralmente invasa per tutta la giornata dell’ultima domenica di Carnevale. Migliaia di persone, sin

Primo piano

Befana in corsia a Marcianise con il Lions Club Caserta

(Redazione) – Come ormai da molti anni, continuando una apprezzata tradizione che si realizza da molti anni, per esprimere la solidarietà i soci del Lions Club Caserta Terra di Lavoro