Il sindaco Marino in visita dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Franceschini

Il sindaco Marino in visita dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Franceschini

Oggi, nel pomeriggio, il sindaco di Caserta, Carlo Marino, ha fatto visita al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini. Al centro dell’incontro la proposta, avanzata dal sindaco Marino, di predisporre un accordo di valorizzazione che metta in sinergia tutti i beni artistici e culturali della città di Caserta, coinvolgendo in un unico progetto la Reggia, il Belvedere di San Leucio e Casertavecchia. Il Ministro Franceschini si è mostrato molto disponibile ad accogliere l’idea, garantendo un impegno diretto per favorire ogni iniziativa che possa garantire un nuovo virtuoso legame tra i tre asset turistici più importanti della città.

Il Ministro Franceschini ha anche assicurato un’interlocuzione con Ferrovie dello Stato e Autostrade per l’Italia, al fine di dare un’accelerazione ad alcuni progetti già in cantiere per quel che concerne il potenziamento e lo sviluppo della rete infrastrutturale che dovrà favorire un maggiore flusso di turisti verso la città di Caserta.

“È stato un incontro molto importante – ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino – nel corso del quale si è discusso di tanti progetti che abbiamo per la nostra città. Con il Ministro Franceschini abbiamo convenuto sulla necessità di dar vita ad un accordo di valorizzazione che possa mettere insieme i tre beni culturali più importanti della città di Caserta: Reggia, Belvedere di San Leucio e Casertavecchia. Crediamo che questo sia lo strumento migliore per garantire una sinergia forte tra questi tre asset turistici che devono necessariamente marciare di pari passo. Partiremo – ha aggiunto Marino – da iniziative semplici, come la proposta di un biglietto unico per i tre siti e collegamenti continui tra le tre location, per poi arrivare ad eventi congiunti che finalmente vadano ad inserire in un unico circuito turistico-culturale questi nostri tre beni di inestimabile valore”.

Fonte: Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9409 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

L’Arcadia Ritrovata in famiglia, concerto nel Duomo di Caserta

Maria Beatrice Crisci – Un concerto per la Famiglia. L’iniziativa è per sabato 29 dicembre alle ore 20 nella Cattedrale di San Michele Arcangelo a Caserta. L’evento musicale, voluto da don

Comunicati

Luce 1, l’ars fotografica di Assunta Saulle al Maschio Angioino

– Da lunedì 26 ottobre a martedì primo dicembre la Cappella Palatina del Maschio Angioino di Napoli ospita “Luce 1”, la mostra d’arte fotografica di Assunta Saulle. L’esposizione a cura Carla Travierso, prodotta da Black

Cultura

La fata delle bolle, lettura a voce alta alla libreria Che Storia

Maria Beatrice Crisci Alla libreria Che Storia di via Tanucci 83 a Caserta domani sabato 19 giugno alle 17,30 letture a voce alta. Il libro scelto è “La fata delle