Il teatro riparte con un baciamano, incroci di vita al Comunale

Il teatro riparte con un baciamano, incroci di vita al Comunale

Alessandra D’alessandro

– «Il baciamano» di Manlio Santanelli per la regia di Giovanni Esposito è lo spettacolo che andrà in scena sabato 20 novembre alle 20 al Teatro Comunale «Costantino Parravano». È un capolavoro teatrale plasmato dalla bravura di due attori professionisti come Susy Del Giudice e Giulio Cancelli. Dopo lo spettacolo la giornalista Maria Beatrice Crisci condurrà l’incontro tra l’intero cast e il pubblico. Nel foyer sarà allestita una mostra fotografica di Pietro Paolo Veltre con scatti sullo spettacolo «Il baciamano».

L’evento fa parte della rassegna «Ripartiamo dal teatro», promossa dagli Assessorati alla Cultura e ai Grandi Eventi del Comune di Caserta e finanziata dalla Regione Campania (POC Campania 2014-2020), in programma fino al 30 novembre. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti con prenotazione 72 ore prima di ogni spettacolo su www.eventbrite.it. L’accesso agli eventi è consentito agli spettatori muniti di green pass e di mascherina. 

«Il baciamano» racconta la storia di una donna e un uomo: Janara, giovane popolana avvizzita prima del tempo, e il gentiluomo che, legato mani e piedi, le è stato portato in casa dal marito. Come mai due creature tanto lontane l’una dall’altra si scoprono partecipi dello stesso destino, che in qualche modo ne parifica la condizione, le fa apparire solidali ancorché inchiodate a ruoli fatalmente contrapposti? Della risposta a questo interrogativo si fa carico il testo scritto da Manlio Santanelli, nella sincera speranza che risulti il più possibile esauriente e, allo stesso tempo, nella profonda convinzione che tra le molte finalità del teatro vi sia anche quella di arrivare a dimostrare ciò che altre discipline ritengono indimostrabile. «Due mondi – afferma il regista Giovanni Esposito – apparentemente opposti, immersi in un contesto di guerra dove la disperazione costruisce armi con la ferale meccanica del tutto è concesso. Ma allorché questi mondi stringono fra loro un intimo contatto, al riparo da sguardi giudicanti, il loro asse di rotazione si sposta. Le abituali prospettive mutano e le asserite certezze si rivelano in tutta la loro effimera volatilità, rendendo disperata la ricerca di una via d’uscita. Un gesto ammirato, sognato, un baciamano, diventa l’opportunità per consolidare il cambio di prospettiva. Mutare pelle e diventare quello che si poteva essere. Due anime che arrivano a sfiorarsi l’un l’altra, finché una voce, un suono, basta a farle rifuggire entro gli antichi confini, di nuovo costrette nell’antica e stratificata armatura. Il sommovimento ha però lasciato delle crepe attraverso le quali sembrano germinare i semi di un mutamento forse definitivo».

About author

Alessandra D’alessandro
Alessandra D’alessandro 82 posts

Alessandra D'alessandro - Studentessa presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, facoltà di Lettere indirizzo linguaggi dei media. Ha frequentato il liceo classico Giannone a Caserta. Ha conseguito certificazioni di lingua inglese presso Trinity College London. Attualmente collabora nell’azienda familiare occupandosi di social media, comunicazione e fashion buying. Interesse spiccato per il mondo della moda, il giornalismo, la comunicazione e la cultura olfattiva.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Roi Channel, va da Napoli a New York la web tv degli emigranti

Pietro Battarra – Roi Channel Tv è la prima web tv dedicata al mondo degli emigranti. Domani alle 21 sulla pagina social la presentazione ufficiale. Interverranno gli ideatori il vulcanologo

Spettacolo 0 Comments

Lo Schiaccianoci. Week end a Caserta con Il Balletto del Sud

Maria Beatrice Crisci “Lo Schiaccianoci è il capolavoro di Cajkovskij che più affonda nella psiche personale di ognuno perché i protagonisti e le ambientazioni si legano alle personali vicende ed

Primo piano 0 Comments

I giovedì della canonica, la conferenza di Tullio Labella

Claudio Sacco -Nuovo incontro per i «giovedì della Canonica». Nel rituale appuntamento della settimana giovedì 25 novembre alle ore 17, presso la sua sede di Piazza Ruggiero n°1, penultimo appuntamento in programma

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply