Ingegneri Clinici. Congresso a Salerno, soddisfatti gli organizzatori

Ingegneri Clinici. Congresso a Salerno, soddisfatti gli organizzatori

Redazione -Si è concluso con successo l’evento “L’impatto dell’innovazione tecnologica sulla sicurezza delle cure: L’esperienza POR-FESR”, tenutosi nei giorni scorsi a Salerno. La giornata, organizzata dall’Associazione Italiana Ingegneri Clinici (AIIC) e patrocinato dall’ASL Salerno, dall’AOU San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, dall’Ordine degli Ingegneri di Salerno e dall’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Salerno, ha registrato una partecipazione straordinaria di oltre 170 tra esperti, professionisti e operatori del settore sanitario. Tra i presenti, numerosi ingegneri clinici, medici, amministratori sanitari e rappresentanti delle principali aziende del settore tecnologico e biomedicale. La giornata è stata caratterizzata da un vivace scambio di idee e conoscenze, evidenziando l’importanza della collaborazione interdisciplinare per migliorare la qualità e la sicurezza delle cure sanitarie, e si è conclusa con una tavola rotonda a cui hanno preso parte (tra gli altri) il Vice Presidente AIIC, Gianluca Giaconia, e il Past President, AIIC Lorenzo Leogrande, e da cui è emersa chiaramente l’importanza di continuare a investire in ricerca e sviluppo, e di promuovere una formazione continua per i professionisti del settore. I partecipanti all’evento di Salerno hanno espresso grande soddisfazione per la giornata, considerandola un’opportunità preziosa per aggiornarsi sulle ultime novità e per stabilire contatti utili per future collaborazioni.

Grande soddisfazione è stata espressa al termine dei lavori dai componenti del Comitato Organizzatore dell’evento. In particolare Pasquale Garofalo (Referente Regionale e Componente del Direttivo nonché coordinatore dell’evento), ha dichiarato che l’evento “ha superato le nostre aspettative. La qualità degli interventi e l’entusiasmo dei partecipanti dimostrano quanto sia vitale discutere e promuovere l’innovazione tecnologica nel settore sanitario. Questa è la strada giusta da seguire: è fondamentale continuare così e chiedere sempre di più il supporto degli enti e delle istituzioni, compresa la parte politica. Solo attraverso una sinergia tra professionisti, enti pubblici e privati e il supporto delle istituzioni possiamo garantire un futuro migliore per la sanità italiana”. Ha proseguito Garofalo: “La nostra missione è quella di ottimizzare le risorse finanziarie a disposizione, con l’obiettivo di migliorare continuamente l’innovazione tecnologica a beneficio dei pazienti. Per raggiungere questi traguardi, invito caldamente le istituzioni a prendere parte attivamente a questo percorso e a creare tavoli tecnici permanenti. Questi tavoli tecnici dovranno avere come finalità l’ottimizzazione delle risorse finanziarie, favorendo l’adozione di tecnologie all’avanguardia, che possano garantire la massima sicurezza e qualità delle cure. Solo con una visione comune e uno sforzo congiunto potremo realizzare un sistema sanitario più efficiente e all’avanguardia, capace di rispondere alle sfide del futuro e di garantire il benessere dei nostri cittadini”. Per Francesca Perrina (Responsabile Scientifico),“l’ampia partecipazione e l’interesse dimostrato per i temi trattati confermano la necessità di continuare a investire in tecnologie avanzate. L’evento promosso e organizzato da AIIC è stato il frutto di un importante impegno, un lavoro di squadra, come sempre accade quando un evento riesce nella sua totalità. Ricco di spunti e stimoli interessanti, ha coinvolto una multidisciplinarietà di figure professionali che grazie a questa occasione hanno avuto la possibilità di confrontarsi sull’importante tema dell’innovazione tecnologica per la sicurezza delle cure. Al centro di ogni argomento il paziente: il focus dell’ingegnere clinico nel lavoro di tutti i giorni”. Aggiunge il responsabile organizzativo Giuliana Faiella: “la condivisione di esperienze e best practices è stata fondamentale. Abbiamo avuto l’opportunità di apprendere molto l’uno dall’altro e di esplorare nuove strade per migliorare la nostra pratica quotidiana. L’evento è stato organizzato con l’intento di illustrare come le innovazioni tecnologiche possano essere inserite nei percorsi clinici, sfruttando le opportunità dei finanziamenti regionali ed europei. Introdurre innovazione significa programmare in maniera opportuna le acquisizioni per migliorare la sicurezza e la qualità delle cure

con apparecchiature dotate di algoritmi di monitoraggio e controllo sempre più accurati e automatizzati, interfacce semplici e intuitive. Come emerso durante l’ incontro, l’innovazione va progettata e analizzata in tutte le sue dimensioni operative, funzionali e di sostenibilità. L’ ingegnere clinico è risultato essere l’ elemento chiave per supportare la Direzione Strategica nella realizzazione degli interventi finalizzati alla promozione della sicurezza”. A queste considerazioni si aggiunge anche Angelo Arcolini (Responsabile di Segreteria del Corso), che sottolinea che è stata “una enorme soddisfazione vedere la grande partecipazione all’evento di Salerno. I numeri parlano circa 170 presenti tra ingegneri clinici, provveditori, professionisti sanitari e figure apicali di Aziende Sanitarie e Ordini professionali. Ed infatti l’obiettivo principale di questi eventi, promossi dall’AIIC, è proprio quello di creare nuove connessioni tra i professionisti attraverso un sano confronto e di dare a tutti gli ingegneri clinici i più adeguati strumenti di aggiornamento professionale”.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9768 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Editoriale

Che impresa fare cultura! A Caserta cercasi re per un giorno

Enzo Battarra – Re per un giorno, anzi per un martedì. È la proposta che la Direzione della Reggia di Caserta lancia a chiunque faccia o voglia fare imprenditoria culturale. Nella convinzione

Comunicati

Trianon, la canzone napoletana nella Stanza delle Meraviglie

-Continuano, con vivi consensi dei media e del pubblico, le visite alla Stanza delle Meraviglie, lo spazio di realtà immersiva nel patrimonio e nella storia della Canzone napoletana, unico e innovativo