La biblioteca svelata, focus della Reggia sui libri della Regina

La biblioteca svelata, focus della Reggia sui libri della Regina

Luigi Fusco

– In occasione della Giornata Internazionale del Libro, venerdì 23 aprile la Reggia di Caserta terrà un focus online sulla Biblioteca Personale della Regina Maria Carolina, con l’obiettivo di promuovere la lettura come principio della crescita individuale e collettiva, dedicando particolare attenzione ai bambini.

Per quest’evento, il complesso borbonico prenderà in “prestito” dalla settecentesca Biblioteca Palatina, fondata dalla consorte di Ferdinando IV, uno dei testi più pregiati.

La storica biblioteca del palazzo reale casertano è tra le più importanti d’Europa. Al suo interno, prima della rivoluzione partenopea del 1799, vi erano custoditi ben 12mila volumi relativi a qualsiasi disciplina: sia umanistica che scientifica. Lo scopo della regina era di creare uno spazio al cui interno dovevano essere condotti, ma anche fruibili, libri che raccogliessero tutto il sapere universale nel rispetto dello spirito intellettuale e filosofico del tempo, cioè dell’Illuminismo. Non solo dall’Austria, ma anche da altre nazioni, la sovrana fece mandare numerosi testi.

Questi vennero sistemati nelle tre grandi sale, allestite da Carlo Vanvitelli, con arredi e suppellettili provenienti dalla Germania. Per l’ultima stanza fece addirittura realizzare quattro enormi affreschi, di gusto neoclassico, dal pittore tedesco Heinrich Friederich Füger, i cui soggetti destano ancora curiosità per i profondi significati massonici che celano. Per poter partecipare all’evento basterà collegarsi ai canali social e al sito web ufficiale della Reggia di Caserta.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 270 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Editoriale 0 Comments

Steampunk, la moda della tecnologia retrò va a tutto vapore

Angelo Riccioni * Per gli uomini dell’Ottocento anche la moda doveva inchinarsi al fulgore di epoche remote: il loro amore per il passato era così pronunciato che indossavano antichi cammei

Attualità 0 Comments

Prenotazioni secondo AstraDay, 16mila accessi in 15 minuti

Maria Beatrice Crisci -«Alle 6:01 di questa mattina il portale per la registrazione al secondo Astra Day è stato attivato: in pochi minuti con oltre 16.000 accessi contemporanei abbiamo registrato

Economia 0 Comments

Commercialisti Caserta, è tempo di bilanci prima dell’estate

Maria Beatrice Crisci -Prima di entrare nel cuore dell’estate è tempo di bilanci per molti enti, pubblici e privati. Bilanci sulla gestione aziendale in un periodo drammatico dal punto di

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply