La Capua che fa cultura, weekend vissuto tra Placito e Mozart

La Capua che fa cultura, weekend vissuto tra Placito e Mozart

Luigi Fusco

– È stato un weekend ricco di appuntamenti e di momenti significativi per l’arte e la cultura capuana. Grande successo di pubblico alla rievocazione del Placito, all’indomani del convegno online organizzato dal Touring Club Italiano/Aperti per Voi sezione di Capua. Davanti al Monumento del Placito, posto innanzi alla chiesa longobarda di San Salvatore a Corte, un nutrito gruppo di spettatori si è raccolto per ricevere la principessa Adelgrima che al loro cospetto ha recitato il famoso passo Sao ko kelle terre, per kelle fini que ki contene, trenta anni le possette parte Sancti Benedicti, ricordando l’importanza del primo documento notarile in volgare scritto nell’anno 960.

Ad aprire l’evento è stato il console capuano del Touring Club Annamaria Troili, coadiuvata dallo storico Pompeo Pelagalli, sostenuta dai rappresentati campani del TCI e dai tanti volontari locali che prestano il loro servizio di guida presso i monumenti della città.

Alla manifestazione hanno, inoltre, partecipato le autorità comunali, rappresentate dal sindaco Luca Branco e dall’assessore al turismo Veronica Iorio. A margine degli interventi sono stati formati due gruppi di visitatori accompagnati da guide esperte per scoprire i siti storici della cittadina: dalle chiese longobarde alla cattedrale, passando, inoltre, per il Museo Campano.

Contestualmente, un corteo di rappresentanti del Touring Club e le istituzioni governative si sono spostati presso la Chiesa della Maddalena per inaugurare la nuova targa turistico-culturale dedicata al 250esimo anniversario del soggiorno di Mozart a Capua, iniziativa promossa da Francesco Chianese, presidente dell’Associazione “Centro d’Arte e di Cultura l’Airone”. Per l’occasione è intervenuto anche Monsignor don Giuseppe Centore, reduce dal suo personale successo, di pubblico e di critica, ricevuto per il suo ultimo lavoro bibliografico Capua domenicana presentato presso la chiesa di San Domenico.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 225 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Food

Siamo alla frutta! Ma non è mica un male

(Redazione) – Dalle pesche ai meloni, passando per angurie, albicocche e ciliegie, l’estate è sicuramente la stagione in cui a tavola trionfano gusto e colore. La frutta senza dubbio permette di

Cultura

Presepi multietnici e miracoli, il Bambin Gesù parlò al moro

Luigi Fusco – Nei tradizionali presepi napoletani, da quelli della Certosa di San Martino alla raccolta della Reggia di Caserta, notevole è il numero dei mori introdotti nelle loro tipologie

Primo piano

Una notte allo specchio, Biancaneve torna al Teatro Civico 14

Pietro Battarra – Ritorna al Teatro Civico 14 di Caserta giovedì 31 gennaio, venerdì 1 e sabato 2 febbraio alle ore 19 e domenica 3 alle ore 11, lo spettacolo “Bianca, neve e i

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply