La guida della Reggia di Caserta, la sfida di Colonnese editore

La guida della Reggia di Caserta, la sfida di Colonnese editore

Maria Beatrice Crisci

– “Da oltre dieci anni non veniva pubblicata una guida della Reggia di Caserta. Oggi l’editore Colonnese ha deciso di farla. Un nuovo progetto che coniuga contenuti scientifici e aspetti grafici di grande interesse. E’ un prodotto agile, alla portata di tutti con bellissime fotografie di Bruno Cristillo”. Così il direttore del monumento vanvitelliano Mauro Felicori a margine della presentazione “La Reggia di Caserta. Guida breve storico-artistica”.

Schermata 2017-08-02 alle 16.31.44Una guida che colma, dunque, una lacuna importante. “Erano davvero tanti anni – sottolinea Edgar Colonnese – che mancava una guida che accompagnasse il rigore dei testi a quello che sono poi le nuove esigenze dei visitatori. Noi crediamo ancora nel formato cartaceo, soprattutto se fatto con criterio”. Poi aggiunge: “Per la realizzazione c’è stato un rapporto continuo con l’ufficio Marketing della Reggia da parte degli autori della guida Giuseppe Pesce e Rosaria Rizzo. Sono state intercettate le esigenze dei visitatori e, naturalmente, si è tenuto conto delle strategie culturali di fruizione del monumento portate avanti dal direttore Felicori. Insieme è stato visionato tutto ciò che c’era di cartaceo negli ultimi anni, e gli autori dei testi Giuseppe Pesce e Rosaria Rizzo, hanno sfoltito tutto quando rendeva pesante i percorsi di visita. A fine settembre usciranno le edizioni in inglese, francese, spagnolo e tedesco, nonché russo all’inizio del 2018. Infine, c’è un ‘appendice alla guida che riguarda la conurbazione. Infatti, tanti sono i turisti che dopo aver visto Caserta vogliono andare a Carditello o San Leucio. Questa guida che man mano si arricchirà, speriamo possa essere utile anche per questa esigenza. Così la Reggia potrà fare sistema anche con tutti gli altri monumenti e bellezze di cui è ricco questo territorio”.

Schermata 2017-08-02 alle 16.31.53La Guida consta di 96 pagine tutte illustrate e una nota del direttore Felicori. La guida della Reggia nasce i partnership con Vodivì Luxury bag.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8419 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Sisma, a Caserta si va verso un’intesa per le verifiche

“Siamo pronti ad incontrare il presidente provinciale dell’Ordine degli Ingegneri, così come gli altri rappresentanti delle categorie professionali interessate, e a stipulare con loro delle intese funzionali a compiere le

Comunicati 0 Comments

Croce Rossa, la formazione ai ragazzi dell’Estate Salesiana

Mattinata di informazione, venerdì scorso, per tutti i partecipanti dell’Estate Ragazzi Salesiana, presso il Parco Maria Carolina, tenuto dai volontari del Comitato Croce Rossa di Caserta e promosso dal Comitato

Spettacolo 0 Comments

Caserta. Il cavaliere dalla triste figura al Teatro Civico 14

Marco Cutillo – Viene chiamato “dalla triste figura”, ma ha un fascino irresistibile. Di chi si parla? Ma di Don Chisciotte naturalmente! Forse sarà per l’innato magnetismo, forse per il

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply