La Maddalena, a settembre l’antica fiera di Caiazzo

La Maddalena, a settembre l’antica fiera di Caiazzo

Un’edizione settembrina a causa dei lavori di restauro del centro storico, ormai in fase di ultimazione, ma anche tante novità e diversi obiettivi da raggiungere, sullo sfondo la tradizione da mantenere inalterata e la storia da rievocare: sarà questo e molto altro ancora La Maddalena, la fiera in programma a Caiazzo dal primo al 4 settembre prossimo.

Da sempre svoltasi tra il 20 ed il 24 luglio, la 94esima kermesse fieristica si terrà nel ritrovato centro storico caiatino, appena tirato a lucido attraverso un massiccio intervento di restyling, così da mettere in vetrina non solo arti e mercanzie, ma soprattutto la città e il suo territorio ricco di bellezze paesaggistiche, culturali e architettoniche, che ha proprio nella parte più antica il suo fiore all’occhiello.
Diversi i punti di forza individuati dall’Amministrazione comunale del sindaco Tommaso Sgueglia per la manifestazione che vanta una tradizione millenaria, varie anche le criticità emerse nelle ultime edizioni che andranno eliminate sotto il profilo logistico e organizzativo.
L’intento è quello di contribuire non solo allo sviluppo di un turismo enogastronomico, ma anche al potenziamento di un turismo culturale guidando i flussi turistici verso la scoperta delle bellezze naturali, architettoniche e culturali presenti nelle zone interne della Regione Campania e nel caso specifico del territorio della Media Valle del Volturno. Dall’artigianato all’industria, dall’agricoltura agli allevamenti, ma anche dimostrazioni di elettrodomestici e prodotti tecnologici, ricami, vendita di prodotti tipici locali e chincaglierie, sono soltanto alcuni settori presenti all’edizione di quest’anno della Maddalena, con l’obiettivo di mettere in contatto diretto produttori, operatori del settore e consumatori finali.
Ancora una volta, l’organizzazione sarà curata dal comitato guidato dal funzionario comunale Renzo Mastroianni, in collaborazione con le diverse associazioni cittadine e territoriali interessate alla promozione del comprensorio caiatino.
 “Attraverso la fiera della Maddalena – dichiara il sindaco – puntiamo anche a raggiungere un secondo obiettivo teso alla valorizzazione del nostro centro storico mediante la programmazione di eventi collaterali, iniziative a tema e percorsi mirati che consolidino e rilancino una kermesse che deve partire da Caiazzo e raggiungere l’intero territorio dell’Alto casertano, per il quale deve essere una vera vetrina e un’autentica fucina di idee e progetti per la sua promozione“.
Sgueglia spiega anche i motivi dello slittamento di quest’anno:
Seppur a malincuore, siamo stati costretti a rinviare, solo per quest’anno, di un mese la Fiera della Maddalena. 
Abbiamo valutato più soluzioni e riflettuto a lungo prima di decidere, ma alla fine ci è parsa la più ragionevole e anche la più giusta. E’ stato preferibile attendere la fine dei lavori di restyling del centro storico, anche perché non era ipotizzabile una fiera a ranghi ridotti e in spazi ridotti. 
La Maddalena è una manifestazione storica e di prestigio che merita di svolgersi nel miglior modo possibile, e allora crediamo che spostarla al primo fine settimana di settembre sia stata la soluzione migliore, così da inaugurare con la stessa il nuovo centro storico di Caiazzo e segnarne il ritorno alla normalità e alla vitalità con un evento di grande respiro provinciale e regionale”.
Fonte: Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7157 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Spettacolo

Napoli, il cinema è fatto di Sogni, incubi, deliri. In Casa Morra

Mario Caldara – C’è il cinema fatto di perpetua azione e quello fatto di riflessione; c’è il cinema fatto di esplosioni e coreografie appariscenti e quello fatto di inquietudine. Alcuni

Attualità

Pianeta carcere, si presenta il report del garante Ciambriello

Claudio Sacco – Il presidente del Consiglio regionale della Campania Gennaro Oliviero e il garante campano delle persone private della libertà Samuele Ciambriello terranno domani mercoledì 9 dicembre alle 11

Primo piano

Notte di luna piena a fine anno, è un buon auspicio per il 2021

Luigi Fusco –Fu allora che vissi l’effetto luna piena. L’avevo chiamato così. Mi sentivo come una grande luna che continua a crescere piano piano, notte dopo notte, per arrivare allo

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply