La sedia, Maria Giovanna Petrillo traduce il libro di Toussaint

La sedia, Maria Giovanna Petrillo traduce il libro di Toussaint

Pietro Battarra

-In libreria da qualche giorno La sedia, l’ultima opera “pararomanzesca” di Jean-Philippe Toussaint tradotta da Maria Giovanna Petrillo, che ne cura anche le note critiche e la postfazione, edita da Tangram, Edizioni Scientifiche.

La pubblicazione di questa plaquette, La Chaise, a ridosso del Convegno Lire, Voir, Penser l’oeuvre de Jean-Philippe Toussaint, organizzato dall’università di Limoges, che ha avuto luogo presso la libreria Mollat e della mostra Toussaint décoratif che si è tenuta al Museo delle Arti contemporanee di Bordeaux nel giugno 2019, avviene, non a caso, in un momento clou nella vita e nell’opera dello scrittore belga faro delle prestigiose edizioni Minuit, come dimostra la studiosa nella postfazione, ovvero dopo l’ampio respiro della tetralogia M.M.M.M. e proprio prima l’inizio di un nuovo ciclo romanzesco, costituito, attualmente da La Clé USB del 2019 e da Les Émotions del 2020.

La pubblicazione de La Sedia in lingua italiana, corredata da una preziosa prefazione firmata Christophe Meurée, è dunque sicuramente un dono per tutti i lettori abituali di Toussaint (in copertina un’opera di Jean-Philippe Toussaint, Chaise, autoportrait, esquisse, estate 2018) ma rappresenta anche una chance per coloro che avranno così l’opportunità di scoprire questo grande scrittore: quest’opera letteraria assurge, invero, a testo teorico che si vuole un’importante riflessione sull’atto della creazione, concetto ben evidenziato dal solido impianto critico della postfazione e che permette al lettore italiano di comprendere perfettamente il posto che occupa La sedia nel mondo di Jean-Philippe Toussaint.

La traduzione fedele di quest’opera rappresenta, infatti, da parte dell’autrice, docente di Lingua e Letteratura Francese presso l’Università degli Studi di Napoli “Parthenope” e specialista di letteratura francese e francofona, una presa di posizione teorica ben precisa, poiché, il fenomeno Jean-Philippe Toussaint costituisce una svolta transgenerationnelle.  essendo evidente, alla critica contemporanea internazionale, l’esistenza di un prima e di un dopo La Salle de bain. Da leggere assolutamente.

About author

Pietro Battarra
Pietro Battarra 83 posts

Pietro Battarra, giornalista pubblicista. Iscritto a Scienze delle Comunicazioni Università Suor Orsola Benincasa Napoli, si interessa in particolare di cultura e fenomeni sociali. La sua passione sono la moda e il fitness. Ha iniziato giovanissimo a sfilare per marchi come Dolce&Gabbana, Trussardi, Hogan, Roberto Cavalli, Alcott, MSGM, Minimal ed è stato protagonista di shooting fotografici e cataloghi per importanti campagne pubblicitarie. Dall’esperienza a New York a quella in Cina, nei suoi progetti c’è quello di occuparsi di marketing e comunicazione.

You might also like

Primo piano

Primavera a colori, quelli della verdura e della frutta

Marcellino Monda* – Fa ancora freddo, ma la primavera è già arrivata e con essa, tra poco, il dolce clima soppianterà quella umido e nevoso. La Natura si risveglierà e

Primo piano

Caserta e Casagiove, per loro trenta opere della Biennale

Claudio Sacco – Sono una trentina le opere che sono state donate dagli artisti che hanno partecipato alla Biennale d’arte del Belvedere di San Leucio ai Comuni di Caserta e Casagiove.

Attualità

I docenti della Vanvitelli nel Comitato Garanti per la Ricerca

Claudio Sacco  – Arriva all’Università Vanvitelli un riconoscimento importante. Lucia Altucci nominata Presidente del Comitato Nazionale dei Garanti per la Ricerca e Fortunato Ciardiello nominato membro dello stesso CNGR. Un

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply