La violenza alle donne in un film, “Le cose rotte” visto al Cts

La violenza alle donne in un film, “Le cose rotte” visto al Cts

Emanuele Ventriglia

– Al Piccolo Teatro Cts di Caserta è stato presentato domenica pomeriggio il primo cortometraggio realizzato da BOZ produzioni artistiche. Il titolo “Le cose rotte”. Politica, violenza, femminicidio, stupro. Con il presidente di BOZ Antonio Bonagura, l’assessore alla Cultura Enzo Battarra, e il cast che ha preso parte. L’iniziativa vede il patrocinio dell’Istituto Giordani di Caserta diretto dalla preside Antonella Serpico. La storia rievoca il passato burrascoso di quattro adolescenti che dopo svariati anni si ritrovano per brindare alla candidatura politica di uno di loro che, nel frattempo è diventato un facoltoso uomo di affari. I fantasmi del passato, per l’invidia di uno di loro, ritornano vigorosamente a galla attraverso vecchie foto. La situazione si complica e il futuro uomo politico, apparentemente calmo e amorevole, nel tentativo di salvare soprattutto la sua candidatura a Sindaco e il suo matrimonio, si trasforma nuovamente in un individuo brutale e alle richieste di chiarimenti della moglie le si scaglia contro aggredendola con violenza.

Le cose rotte, nato da una comune idea di Emilio J. Iasiello, sceneggiatore italoamericano e Antonio Bonagura scrittore e coregista del film insieme con Max Oliva, Peppe Zappia e Simone Boccalatte, intende sensibilizzare il pubblico sui devastanti effetti e sui danni causati dalla violenza di genere. Politica, stupro e violenza fanno da sfondo al femminicidio, un reato ormai ampiamente diffuso in Italia e che purtroppo durante i forzati recenti isolamenti da pandemia si è ulteriormente evidenziato mettendo in luce l’esistenza di situazioni invivibili per molte donne costrette a subire quotidianamente violenze sia fisiche sia psicologiche e che sempre più spesso si tramutano purtroppo in omicidi.

L’Associazione si costituisce il 28 aprile 2022 e viene registrata a Caserta il 16/05/2022. L’APS opera per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, svolgendo in via principale in favore dei propri associati, di loro familiari o di terzi le seguenti attività di interesse generale.

About author

emanuele ventriglia
emanuele ventriglia 365 posts

Emanuele Ventriglia - Musicista e cantautore, studia la chitarra e canta fin da bambino. Iscritto alla facoltà di Lettere Moderne dell'Università Vanvitelli, ama l’arte e la creatività in tutte le loro forme. Oltre al portare avanti il suo progetto musicale, ha avviato un percorso di formazione di Marketing e Comunicazione.

You might also like

Primo piano

Casola di Caserta, è festa per il monumentale Tiglio tifatino

Luigi Fusco -Una grande e significativa celebrazione è attesa a Casola di Caserta in onore del secolare Tiglio. Posto sul sagrato dell’antica Chiesa di San Marco, il pluricentenario albero “tifatino”

Cultura

MineCreative, battute finali. La premiazione è per il 7 giugno

Luigi Fusco -Giunge alle battute finali il contest Giochi d’acqua, mito, arte e storia nel Parco della Reggia di Caserta promosso dall’associazione culturale MineCreative, in collaborazione con la biblioteca Giuseppe

Primo piano

Biblioteca Bene Comune, il libro di Monica Mazzitelli

Claudio Sacco -«Di morire libera. La vita ardente di Michelina Di Cesare, briganta». Il nuovo romanzo di Monica Mazzitelli (foto) che sarà presentato venerdì nella Villetta di Parco degli Aranci