L’Altro Casalese, il libro di Miggiano alla Feltrinelli di Caserta

L’Altro Casalese, il libro di Miggiano alla Feltrinelli di Caserta

Claudio Sacco

Schermata 2019-05-14 alle 22.47.26 – «L’Altro Casalese nasce per parlare di un uomo che in qualche maniera rappresenta i casalesi per bene e che ha avuto il coraggio di essere un casalese per bene fino all’ultimo memento di vita». Così lo scrittore casertano Paolo Miggiano presenta il suo nuovo libro intitolato appunto “L’Altro Casalese, Domenico Noviello, il dovere della denuncia”. Il volume sarà presentato venerdì 17 maggio alle ore 18 alla libreria Feltrinelli di Caserta. Dopo l’ottimo successo ottenuto con il libro dedicato alla memoria di Giancarlo Siani, “NA K14314. Le strade della Méhari di Giancarlo Siani” (edito da Alessandro Polidoro Editore), Miggiano torna con la casa editrice siciliana “Di Girolamo Editore”, con la quale aveva precedentemente pubblicato “Ali Spezzate. Annalisa Durante. Morire a Forcella a quattordici anni” e “A testa alta. Federico Del Prete: una storia di resistenza alla camorra”, entrambi per la collana “Linea di difesa” curata dallo stesso Miggiano. In questo volume, Paolo Miggiano ripercorre l’impegno antiracket e la rettitudine morale di Domenico Noviello, l’altro casalese, uno dei veri casalesi che si sono visti scippare il loro nome da un clan camorristico tra i più violenti e sanguinari. “L’altro Casalese” è un libro sulla camorra e l’anticamorra, ma restituisce dignità narrativa a una persona che non si è chinata alle imposizioni dei clan. Quella di Domenico Noviello è una storia importante. Una storia non proprio troppo comune, ma che può ripetersi e accadere ovunque. La sua è la storia di un uomo che non voleva affatto diventare un eroe, ma essere solo un uomo normale. Noviello fu ucciso perché lasciato solo. Per la sua morte ci dobbiamo sentire tutti un po’ vittime, ma anche un po’ carnefici. Per questo la sua è una storia che dobbiamo conoscere. Insieme all’autore e ai figli di Domenico Noviello, alla presentazione saranno presenti Giovanni Conzo, Procuratore aggiunto presso il Tribunale di Benevento, Alessandro Milita, Procuratore aggiunto presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. E ancora la giornalista Mena Grimaldi, l’avvocato Nicola Russo e lo storico Sergio Tanzarella.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7290 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Settembre al Borgo. Si alza il sipario con Teresa De Sio

Claudio Sacco – E’ conto alla rovescia per l’avvio del Settembre al Borgo. Il sipario si alzerà sabato 2 settembre a partire dalle 21,30. L’avvio della kermesse è affidato a Teresa De

Attualità 0 Comments

Teanum Sidicinum. Cesaro: Accordo per il teatro romano

«Voglio esprimere piena soddisfazione per la firma di un accordo che è esempio di collaborazione virtuosa fra istituzioni». Così il sottosegretario ai Beni Culturali e al Turismo, Antimo Cesaro, al

Primo piano 0 Comments

Carmen, una spagnola a Parigi. Finale da profondo rosso

(Beatrice Crisci) – È come affacciarsi da un balcone a Parigi e vedere da lassù la vita che si svolge a Siviglia. Il coreografo Fredy Franzutti ha visto così la

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply