L’artista Casanova presenta il suo Elmo di Fieramosca

L’artista Casanova presenta il suo Elmo di Fieramosca

“Il progetto Fieramosca info-point monument esplora una visione nuova dell’opera d’arte monumentale: il culto delnon-monumento, ossia la necessità non più di rappresentare la memoria o il mito attraverso un blocco marmoreo scolpito o di una forma in metallo, esperienza spesso fredda e distaccata, ma idealizzare un modello urbano-poetico che interagisca con la società attuale, garantendo così un dovere collettivo, continuo, verso la stessa opera. Un monumento visto come la nuova porta della Capua Nova, capace di veicolare  idee con aspetti innovativi artistico-spirituali, architettonico-sociali, politico- economiche.

Infatti sulla spinta del bisogno di una città antica come Capua, di essere in armonia con lo sviluppo tecnologico, è altamente rappresentativo consegnare alla cittadinanza un monumento che oltre alla antica accezione sia nello stesso tempo anche un info-point inteso come capsula culturale, spazio della memoria, contenente un prezioso archivio di dati al solo scopo di informare e valorizzare il patrimonio storico-artistico della città e connotando un’ opera d’arte come luogo di ricerca e punto d’incontro per “tutti” gli interessati. E’ chiaro che oggi ad un osservatore poco informato e poco sensibile alle arti, possa risaltare  nuovo, pretenzioso o addirittura incomprensibile un monumento dalle linee  contemporanee, così come lo è stato per il passato quello futurista o cubista. Ma è saputo anche che chi aziona o detona un accadere, un avvenimento o una visione, provoca sempre delle reazioni. L’elmo quindi come modello delle volontà”.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9767 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Editoriale

Una parola al mese. Inizia il quarto anno con la Parthenope

Jacopo Varchetta* – Prende il via da questo mese il quarto anno della Rubrica di approfondimento lessiculturale a cura del Dottorato di Ricerca in Economia Quantitativa ed Eurolinguaggi per la

Spettacolo

A che servono questi quattrini, il Salotto a Teatro svela tutto

Claudio Sacco – Al Salotto a Teatro con i protagonisti della commedia «A che servono questi quattrini» per la regia di Andrea Renzi. Non solo un incontro con i protagonisti

Attualità

Il liceo Pizzi guarda l’Europa, scambi culturali con la Germania

Luigi Fusco – Il liceo “Salvatore Pizzi” rinnova il suo impegno nelle attività di scambio culturale e formativo con le istituzioni scolastiche straniere.  Una delegazione di studenti e di docenti