Letteratura e arte, alla Parthenope si apre con De Giovanni

Letteratura e arte, alla Parthenope si apre con De Giovanni

Pietro Battarra

Ernesto Esposito

-La letteratura e l’arte quale luogo di dialogo tra discipline all’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”.  Al via, infatti, il prossimo venerdì 11 marzo una nuova edizione del ciclo di seminari organizzati nell’ambito del Corso di Studio di Management delle Imprese Turistiche (MIT) della Scuola Interdipartimentale di Economia e Giurisprudenza (SIEGI) dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, aperto anche agli studenti di Economia e Commercio e Management delle Imprese Internazionali.

L’intento del ciclo di seminari – il cui titolo “MIT the culture/InterMITtences culturelles” riprende l’acronimo del corso di studi del noto ateneo campano, giocando, da un lato, con l’assonanza con il verbo inglese “to meet” e, dall’altro, con la ricchezza della lingua e della cultura francese – è, appunto, di incontrare, in delle intermittenze culturali, gli studenti, nell’ottica di un sapere condiviso e  di un processo di apprendimento-insegnamento permanente, mission, da sempre, del noto Ateneo campano. 

I seminari nascono dalla consapevolezza degli organizzatori (Maria Rosaria Carillo, Presidente del Corso di Studio MIT, e dai docenti Rita De Siano, del Dipartimento di Studi Aziendali e Quantitativi, Raffaella Antinucci, Claudio Grimaldi, Maria Giovanna Petrillo e Silvia Domenica Zollo del Dipartimento di Studi Economici e Giuridici) che la Regione Campania possegga un patrimonio culturale e artistico tra i più ricchi ed eterogenei in Italia e che il turismo e i beni culturali rappresentano, dunque, un settore chiave per la valorizzazione di tale ricchezza, con uno sguardo verso l’Europa.  

“MIT the Culture/InterMITtences culturelles è un’occasione per discutere anche delle potenzialità e delle problematiche connesse alla ripresa post emergenza del settore culturale, turistico e spettacoli, attraverso l’esperienza di operatori ed esperti del settore pubblico o privato”, spiega Antonio Garofalo, Prorettore alla Didattica e agli Affari Istituzionali della Parthenope, da sempre, promotore di queste riflessioni scientifiche interdisciplinari.  

Ad aprire il sipario, un ospite davvero d’eccezione, lo scrittore Maurizio De Giovanni che, appunto, il giorno 11 marzo, nell’aula 1.2 della sede di Palazzo Pacanowski alle ore 15:00, parlerà agli studenti della Parthenope di Napoli tra letteratura e turismo.  Il 18 marzo alle ore 10:30, sempre in aula 1.2, un altro illustre ospite, il geniale designer e collezionista Ernesto Esposito, si soffermerà su Parigi tra moda arte e cultura 

A chiudere questa carrellata di ospiti davvero eccezionale, il 25 marzo alle ore 11:00, sulla piattaforma Teams, Emilia Surmonte, docente di Lingua e Letteratura presso Unibas ed esperta del lessico del turismo e dell’economia, il titolo di quest’ultimo intervento è Les paroles du paysage, ressources incontournables de l’économie touristique. 

Quest’ultimo incontro si svolge con il patrocinio della SIDEF, Società italiana dei francesisti e, nell’ambito della Terza Missione dell’università, sarà aperto anche a studenti della scuola superiore, prevista, infatti, la presenza dell’Istituto Novelli di Marcianise. 

About author

Pietro Battarra
Pietro Battarra 140 posts

Pietro Battarra. Pubblicista. Iscritto a Scienze delle Comunicazioni Università Suor Orsola Benincasa Napoli, si interessa in particolare di cultura e fenomeni sociali. La sua passione sono la moda e il fitness. Ha iniziato giovanissimo a sfilare per marchi come Dolce&Gabbana, Trussardi, Hogan, Roberto Cavalli, Alcott, MSGM, Minimal ed è stato protagonista di shooting fotografici e cataloghi per importanti campagne pubblicitarie. Dall’esperienza a New York a quella in Cina, passando per la Turchia e la Spagna nei suoi progetti c’è quello di occuparsi di marketing e comunicazione.

You might also like

Economia 0 Comments

Disagiati ma vincenti, a loro il premio dell’AlberThon

(Enzo Battarra) – Saranno anche “I Disagiati”, nome che loro stessi si sono attribuiti, ma certamente sono stati resistenti e performanti. Sono loro i vincitori dell’AlberThon, la maratona informatica di

Primo piano 0 Comments

Hic sunt leones, i ludi romani di caccia all’Anfiteatro Campano

Luigi Fusco – Secondo al Colosseo per la sua grandezza, ma non per gli spettacoli che vi allestivano, è stato, nel mondo romano, l’Anfiteatro Campano. Innalzata all’epoca di Adriano e

Primo piano 0 Comments

Ventisei anni di sagra. Sant’Arpino capitale del Casatiello

Maria Beatrice Crisci – E venne il tempo del casatiello, tra i più antichi e suggestivi sapori della tradizionale cucina contadina campana. È una torta salata a base di formaggio, salame e uova. E a Sant’Arpino, in provincia di Caserta,

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply